sabato 26 gennaio 2013

satori


Questa mattina appena alzato ho avuto una piccola intuizione: qualcosa che già sapevo ed ora di cui sono consapevole.
Quando “qualcosa” ti arriva da non so dove: un pensiero, un emozione o anche un dolore puoi fare due cose: la prima è identificarti con essa dicendo “è mia”...a questo punto la mente ed il corpo reagiscono di conseguenza, spesso in modo negativo per entrambi o ricacciandola nell'inconscio da cui ritornerà amplificata o vivendone gli aspetti negativi ora e quindi rovinandosi la vita.
Però esiste un'altra alternativa. Puoi accoglierla come se fosse un ospite desiderato o no ma attenzione fallo non con la mente/corpo ma con qualcosa di distaccato: io lo chiamo “colui che guarda le nuvole” alcuni lo chiamano il testimone.
Quando arriva qualcosa lo puoi quindi accogliere, vivere nel presente. Di solito arrivano rimpianti provenienti dal passato o preoccupazioni per il futuro: ma ti sei mai chiesto perchè la tua mente si occupa solo del passato e del futuro quando l'unico modo di vivere pienamente è restare consapevolmente nel presente?
La mente ci gode a trovare problemi da risolvere, più grossi sono più grande pensa di essere!
Spesso anche a livello emozionale il nostro corpo si trastulla nel dolore o nel piacere senza risuscire ad uscirne consapevolmente. Credo che sia anche lo stesso meccanismo per le malattie psicosomatiche che pare siano la stragrande maggioranza.
Facendo così rischiamo di vivere incosapevolmente: siamo come bandiere al vento...
Se il nostro testimone accoglie vive e lascia fare il suo corso a questi meccanismi, a volte addiritura riuscendo ad amplificarli per ridurre la durata nel tempo, dopo si scioglieranno come neve al sole.
In quel momento di vuoto potremmo ritrovare noi stessi ritornando nel nostro centro interiore: un vuoto che può contenere l'universo come la goccia che si fonde nell'oceano e l'oceano che si riversa nella goccia, a quel punto saremo noi nel vento stesso facendone parte ed anche nella bandiera: un qualcosa di inesplicabilmente sereno e colmo di pace e bellezza pura a se stessa.
Buon satori a tutti.
Satyam
--------------------------------------------------------------------------------------------------
Just got up this morning I had a little insight: something that I already knew and now I am aware .
When "something" you do not know where it comes from : a thought, an emotion , or even pain , you can do two things : first, identify with it, saying "it's mine" ... at this point the mind and body react accordingly , often in a negative way for both or ricacciandola unconscious from which return amplified or vivendone negative aspects now and then ruining life .
But there is another alternative. You can accept it as if it were a guest wanted it or not but be careful not foul with the mind / body but with something post: I call it " the one who looks at the clouds " some call the witness.
When he gets something it can then accept, live in the present . Usually arrive regrets from the past or worries about the future , but have you ever wondered why your mind is concerned only with the past and the future when the only way to live is to remain fully conscious in the present?
The mind has to find problems to solve, the larger are thought to be bigger !
Often on an emotional level our body toyed in pain or pleasure without risuscire out of it consciously. I think it is also the same mechanism to psychosomatic illnesses that seem to be the vast majority .
By doing so, we risk living unconsciously , we are like flags in the wind ...
If our witness receives live and let run its course in these mechanisms, sometimes managing to amplify addiritura to reduce the duration in time, after you melt like snow in the sun .
In that moment of emptiness we find ourselves back in our inner center : a vacuum that holds the universe as the drop merges into the ocean and the ocean that flows into the drop, at which point we will be in the same wind being part and also in the flag : something inexplicably calm and full of peace and pure beauty in itself.
Good Satori  at all.
Satyam

Nessun commento:

Posta un commento

Libreria della nuova umanità

  • FISH! di S.C.Lundin, Harry Paul e J. Christianses - Sperling & Kupfer Editori
  • Il Bar Celestiale di Tom Youngholm MANDALA Ed
  • Il libro di Mirdad di Mikail Naimy
  • Istruzioni di volo per aquile e polli di Anthony De Mello PIEMME POcket
  • La decima illuminazione di James Redfield MANDALE Ed
  • La Profezia di Celestino di James Redfield MANDALA ED.
  • La via del guerriero di pace di Dan Millman Edizioni IL PUNTO D'INCONTRO
  • Lettere dalla Kirghisia di Silvano Agosti
  • Tutta la bibliografia di Eckhart Tolle
  • Tutta la bibliografia di OSHO
  • Tutta la bibliografia di PAULO COELHO
  • Tutta la bibliografia di Thích Nhất Hạnh
  • Tutta la bigliografia di Ramana Maharshi
  • Una Sedia per l'anima di Gary Zukav MANDALA Ed.

Tramonto

Tramonto

Archivio blog

Informazioni personali

La mia foto
Genova, Liguria, Italy
Per ogni info non dubitate a contattarmi via mail