domenica 15 dicembre 2013

Ottava lezione presso università dell'essere umano





Ottava lezione presso l'università dell'essere umano
Il problema della responsabilità

Anticamente tutto veniva demandato alla religione: dipendeva da Dio se qualcosa andava storto o no e quindi cosa ci si poteva fare?
Attualmente è molto diverso, sono rimasti in pochi ad affidarsi totalmente alle sacre scritture ed ai suoi portavoce e qualcuno di più comincia ad usare il suo potenziale.
La religione ora è stata sostituita dalla scienza: se sei sfigato non dipende da te, sono i tuoi geni, quindi non fare nulla ti diciamo noi cosa fare: prendi questa medicina!...
Il problema quindi non è chi manovra lassù i fili perchè come abbiamo visto può cambiare faccia ma la recita non cambia proprio. Il vero problema è la nostra percezione della nostra potenzialità, della responsabilità della nostra vita: dobbiamo tagliare i fili!
Le armi migliori per tagliare i fili secondo me sono:
1) aumentare la nostra consapevolezza e  cambiare la percezione che abbiamo della nostra vita: siamo noi i protagonisti e non comparse, nulla avviene per caso e possiamo scrivere le prossime pagine come più ci piace.
2) tornare alla naturalezza e innocenza del bambino interiore in modo che tutti i condizionamenti e la spazzatura che ci hanno inculcato nel subconscio non riaffiorino ogni volta che dobbiamo fare una scelta: ascoltiamo la nostra voce interiore.
3) la via del cuore: sentire come l'amore e la compassione siano la forza più grande esistente nell'universo ed entrare nel flusso.
Satyam

Eighth lecture at the University of the human
The issue of liability

In ancient times everything was delegated to religion depended on God if something went wrong or not, so what could you do?
Currently it is very different , remained in the few to rely totally on scripture and its spokesperson and someone begins to use more of its potential.
The religion has now been replaced by science : if you're unlucky not depend on you , your genes are , so do not do anything we tell you what to do : take this medicine! ...
The problem then is not who maneuver the wires up there , because as we have seen can change the face but does not change their states . The real problem is our perception of our potential, the responsibility for our lives , we must cut the wires !
The best weapons to cut the wires according to me are:
1 ) increase our awareness and changing the perception we have of our lives : we are the protagonists and not extras, nothing happens by chance and we can write the following pages as we like .
2 ) return to the innocence and naturalness of the inner child so that all the constraints and the garbage that we have instilled in the subconscious not coming out again whenever we have to make a choice: we listen to our inner voice .
3 ) the way of the heart, feel the love and compassion are the greatest force in the universe and get into the flow .
Satyam Alessandro Orlandi

venerdì 6 dicembre 2013

manifestazione del 9 dicembre

http://www.osservatoriodemocratico.org/page.asp?ID=3423&Class_ID=1004

Non so se le notizie qui sotto riportate sono vere o no ma comunque vorrei fare una riflessione.
Una manifestazione pacifica per il dissenso verso l'attuale classe politica può avere una ragione d'essere anche se di manifestazioni pacifiche se ne sono viste nella storia penso veramente poche.
Comunque sia anche una manifestazione "in piazza" con i cartelli, gli striscioni, gli slogan ecc ecc può contribuire in parte ad accrescere consapevolezza e spirito critico. L'importante è che non scatti la molla dell'inconscio collettivo che crea quel senso di potenza delle masse che in tali occasioni spesso sfocia in atti di violenza.
Altra cosa è anche SFRUTTARE il senso di frustrazione attuale per fini poco chiari. Se leggete il manifestino in effetti la frase attribuita a Pertini (estrapolata da un discorso più ampio ovviamente non citato) del popolo che deve usare le mazze e le pietre parla da se.
Il modo migliore attualmente per mandare a casa la classe politica è una matita e la sede per farlo è una scuola, ovvero le elezioni.
Satyam



Libreria della nuova umanità

  • FISH! di S.C.Lundin, Harry Paul e J. Christianses - Sperling & Kupfer Editori
  • Il Bar Celestiale di Tom Youngholm MANDALA Ed
  • Il libro di Mirdad di Mikail Naimy
  • Istruzioni di volo per aquile e polli di Anthony De Mello PIEMME POcket
  • La decima illuminazione di James Redfield MANDALE Ed
  • La Profezia di Celestino di James Redfield MANDALA ED.
  • La via del guerriero di pace di Dan Millman Edizioni IL PUNTO D'INCONTRO
  • Lettere dalla Kirghisia di Silvano Agosti
  • Tutta la bibliografia di Eckhart Tolle
  • Tutta la bibliografia di OSHO
  • Tutta la bibliografia di PAULO COELHO
  • Tutta la bibliografia di Thích Nhất Hạnh
  • Tutta la bigliografia di Ramana Maharshi
  • Una Sedia per l'anima di Gary Zukav MANDALA Ed.

Tramonto

Tramonto

Archivio blog

Informazioni personali

La mia foto
Genova, Liguria, Italy
Per ogni info non dubitate a contattarmi via mail