giovedì 25 dicembre 2014

Natale 2014


Natale 2014

Natale dei ricchi , natale dei poveri, ma in fondo cos'è questo natale? Quello che abbiamo vissuto noi da bambini era veramente straordinario: ricevere dei doni, pochi ma molto desiderati e la gioia di questo momento tutti insieme, una cena preparata in casa dalla mamma e i nonni e nonne.
La famiglia non è un valore, anzi. Quasi sempre vi si annidano tutte le nostre tragedie interiori che partono da molto lontano e ci portiamo dentro per sempre, chi più chi meno. Ma almeno a natale c'era una tregua e si stava bene insieme in questo rito senza senso.
Forse perché le cose senza senso, senza scopo sono proprio le più vere.
Cosa c'è di vero nel natale che vedo oggi?
Gli acquisti forsennati alla ricerca del regalo più fico, magari sfrecciando per la città sopra il nostro suv e mandando maledizioni alla coda che anche noi stiamo creando, guardando con odio chi ci sta servendo cercando di fare il suo lavoro anche la vigilia di natale.
Poi la folle spesa di quantità enormi di cibo che verrà buttato via per almeno il 40%: cibo quasi sempre creato con la sofferenza di uomini e soprattutto animali, solo per soddisfare il nostro immenso vuoto interiore..
Dov'è il natale delle buone intenzioni, il natale dell'essere più buoni? Qualcuno va in giro a donare qualcosa a chi è più sfortunato, oppure siamo tutti pronti a fregare il prossimo per un nostro vantaggio?
Quanta infelicità in questo ricco natale io vedo e quanta gioia vedo negli occhi dei bambini che ancora non sanno e lasciano fluire liberamente e naturalmente in loro quello che arriva dal loro cuore: questa è vera gioia!
Torniamo bambini ma con la nostra consapevolezza.
Prendiamo gli avanzi di questi immensi pranzi e cene di natale portiamoli ad un senzatetto che vive per strada: questo sarà il più bel natale del mondo.
Aspetto di vedere le vostre foto di natale...
Gioia, canti e danze per celebrare ringraziando questa fantastica esistenza in cui ci sembra di essere: questo è il vero senso se dovesse avere un senso il natale.
Buon Natale a Tutti!

Satyam
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Christmas 2014

Christmas of the rich, native of the poor, but basically what this christmas? What we have experienced as children was truly amazing: receiving of gifts, but very few want and the joy of this moment all together, a home-cooked dinner by his mother and grandparents, and grandmothers.
The family is not a value, indeed. Almost always lurk there all our inner tragedies that depart from far away and we carry inside forever, some more than others. But at least there was a truce at Christmas and was well together in this meaningless ritual.
Perhaps because things without meaning, without purpose it is the truest.
Is there any truth in Christmas I see today?
Purchases frenzied search of the coolest gift, maybe darting around the city over our suv and sending curses to the tail that we are creating, looking with hatred by serving those around us trying to do his job even on Christmas Eve.
Then the crazy spending of huge amounts of food that will be thrown away at least 40%: food almost always created with the suffering of men and especially animals, just to satisfy our immense inner emptiness ..
Where is the birthplace of good intentions, the birthplace of being better people? Someone goes around to donate something to those who are less fortunate, or we are all ready to scrub next to our advantage?
How much misery in this rich native and I see how much joy I see in the eyes of children who do not yet know and let them flow freely and naturally in what comes from their heart: this is real joy!
We return with the children but our awareness.
We take the leftovers of these huge lunches and dinners Christmas Let us bring them to a homeless living on the streets: this will be the most beautiful home in the world.
I wait to see your photos Christmas ...
Joy, singing and dancing to celebrate this fantastic thanking existence in which we seem to be: that is the true meaning if it were to have a sense of Christmas.

Merry Christmas to All!
Satyam

venerdì 19 dicembre 2014

25 domande


Nel libro della foto di Wayne W. Dyer , un best seller che nel 1976 vendette nel mondo 35 milioni di copie, ho trovato queste 25 domande a cui possiamo rispondere in modo del tutto sincero per misurare la capacità di scegliere la felicità e l'appagamento.
Le risposte positive indicano padronanza di sé e scelte efficaci:
Provate a rispondere?
1 Credi di essere padrone della tua mente?
2 Sei in grado di controllare i tuoi stati d'animo?
3 Le tue motivazioni vengono più che dall'esterno, da dentro di te?
4 Sei esente dal bisogni di ricevere approvazione?
5 Sei tu a stabilire le tue regole di condotta?
6 Sei libero dal bisogno di essere trattato con giustizia e lealtà?
7 Ti sai accettare così come sei, e sai fare a meno di lamentarti?
8 Sei libero dal culto degli eroi?
9 Sei uno che agisce, che fa, o uno che critica?
10 Vai incontro con entusiasmo al misterioso e all'ignoto?
11 Riesci a evitare di parlare di tessete in termini assoluti?
12 Riesci sempre ad amare te stesso?
13 Sai crescere le tue radici?
14 Hai eliminato ogni rapporto di dipendenza?
15 Hai eliminato dalla tua vita ogni motivo di biasimo e di critica?
16 Sei libero da costante senso di colpa?
17 Riesci a non curarti del domani?
18 Sai dare e ricevere amore?
19 Riesci ad evitare l'ira paralizzante nella tua vita?
20 Hai eliminato l'abitudine a rimandare al domani?
21 Hai imparato dai tuoi errori?
22 Sai godere spontaneamente, senza avere un programma?
23 Sai apprezzare il buon umore e sai infonderlo?
24 Sei trattato dagli altri come vuoi essere trattato?
25 Più che il bisogno di rimediare alle tue deficienze, è il tuo potenziale di crescita che ti motiva?
.......
Buon test!

-------------------------------------------------------------------------------------------
In the book of photos by Wayne W. Dyer I found these 25 questions to which we can respond in a totally sincere to measure the ability to choose happiness and contentment.
Positive feedback indicate self-mastery and effective choices:
Try to answer?
1 Think you are master of your mind?
2 You can control your moods?
3 Your motives are more than from the outside, from inside you?
4 You are exempt from the requirements to receive approval?
5 Are you establish your rules of conduct?
6 You are free from the need to be treated with justice and fairness?
7 Do you know accept you as you are, and you know you do without complaining?
8 You are free from the cult of the heroes?
9 You're a doer, he does, or one that criticism?
10 Go to the meeting with enthusiasm to the mysterious and the unknown?
11 Can you avoid talking to weave in absolute terms?
12 Can you always to love yourself?
13 Can you grow your roots?
14 You have deleted any dependent relationship?
15 You have removed from your life every reason to blame and criticism?
16 Are you free from the constant guilt?
17 Can not cure yourself of tomorrow?
18 Can you give and receive love?
19 Can you avoid the crippling anger in your life?
20 You have eliminated the habit of putting off until tomorrow?
21 Have you learned from your mistakes?
22 Sai enjoy spontaneously, without a program?
23 Can you appreciate good humor and infuse you know?
24 You're treated by others as you want to be treated?
25 More than the need to remedy the deficiencies you, is your growth potential that motivates you?
.......
Good test!
Satyam

mercoledì 10 dicembre 2014

Hanno rubato i tuoi sogni --prima puntata--


Hanno rubato i tuoi sogni
1a
puntata

Quando eravamo bambini era tutto più chiaro a riguardo: se ti chiedevano, “cosa vuoi fare da grande?” la risposta era sicuramente influenzata dai condizionamenti fino ad allora ricevuti però una TUA risposta c'era... cerca di ricordarla!
Adesso è tutto molto diverso. Tutti i vari strati di condizionamento esterno ed interno ti hanno reso come un guerriero prigioniero della sua corazza: non puoi muoverti ne respirare e ti limiti ad eseguire gli ordini.
La vita delle persone è soprattutto proiettata verso l'esterno e quindi inconsapevole.
La maggior parte delle persone crede di essere i propri pensieri.
L'aspirazione principale è verso il potere, il successo, il sesso e quindi il denaro.
Ricordate quando dovevate scegliere la scuola giusta per voi? Quali erano i consigli che vi davano anche le persone a voi più vicine?
Mi sembra di ricordare discorsi tipo questo e voi?:
“Fai quella scuola X, e non quella Y, perchè in futuro ci sarà molta richiesta di persone X e farai un sacco di soldi, se farai la scuola Y diventerai solo un disoccupato!”
La risposta giusta a questi consigli sarebbe stata : “Si grazie ma preferisco essere un disoccupato felice che troverà sicuramente il suo posto nella vita seguendo la vita stessa e non un ricco schiavo infelice signor X come tutti gli altri!”
Hai mai notato che tutte le scelte che fai oggi forse derivano da quel consiglio che ti hanno dato ( e da molti altri ancora...)?
Quasi tutte le scelte nell'economia del consumo sono basate sul concetto del “ DI PIU'”, non basta mai, devi sempre andare oltre, c'è sempre qualcosa di meglio e quindi la tua felicità e soddisfazione è sempre spostata nel futuro: quando avrò i soldi potrò... quando avrò trovato il mio amore... quando avrò quella conoscenza.... quando sarò il presidente.....quando sarò il migliore....quando sarò illuminato.... ecc ecc si può andare all'infinito con la brama.
Questo non vuol dire che non dovremmo avere obiettivi ed essere esigenti, ma... sono davvero tuoi questi obiettivi? È davvero tua questa voglia di salire in alto? Se lo è e ne sei consapevole, nessuno potrà fermarti e come dicono nei film “adempirai al tuo destino”!
In realtà è soltanto una questione di armonia: se quello che pensi, fai e dici è in armonia con quello che sei veramente lo è anche con l'universo che così ti ha voluto e quindi il concetto di “destino” non ha più alcun senso perchè sarà proprio questa armonia ad accompagnare il tutto verso la sua naturale conclusione. Una volta entrati, come dicono i guru “nel flusso dell'esistenza, quello che ora ci appare insormontabile e impossibile è un'inezia.
Questa è l'enorme potenza del fare senza fare, quello che nello zen viene definito come Wei Wu Wei.
Fine prima puntata

Satyam
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
They stole your dreams
first episode

When we were kids it was all clear about it: if you were asking, "what do you want to be?" The answer was definitely influenced by the conditioning until then, however, received a response YOUR was ... trying to remember it!
Now it's all very different. All the layers of conditioning outside and inside have made you like a warrior prisoner of his armor: you can not move it to breathe and you limit yourself to follow orders.
People's lives is especially projected outward and then unconscious.
Most people believe to be their own thoughts.
The main aspiration is to power, success, sex, and then the money.
Remember when you had to choose the right school for you? What was the advice that you gave even the people closest to you?
I seem to remember speeches like this and you ?:
"Make that school X, Y and not that, because in the future there will be much demand for X people and do a lot of money, if you make the school become only an unemployed Y!"
The proper response to these recommendations would be: "We thank you but I prefer to be an unemployed happy that will surely find its place in life by following the very life and not a wealthy slave unhappy Mr. X like everyone else!"
Have you ever noticed that all the choices you make today may stem from that advice they gave you (and many others ...)?
Almost all of the choices in the economy of consumption are based on the concept of 'more', "it's never enough, you always have to go further, there is always something better and then your happiness and satisfaction is always moved in the future when i will have the money ... i can when I have found my love ... when I have that knowledge .... when I am president ..... when i'll be the best .... when I lit .... etc etc. you can go to infinity with the craving.
This does not mean that we should not have goals and be demanding, but ... these are really your goals? Is this really your desire to rise to the top? If it is and you are aware, no one can stop you, and as they say in the movies "shall perform to your destiny"!
In reality it is only a matter of harmony: if what you think, do and say is in harmony with what you really are so is the universe that you so wanted and so the concept of "destiny" no longer has any sense because it will be this harmony to wash it all down to its natural conclusion. Once inside, as they say the guru "in the flow of existence, what now seems insurmountable and impossible is a pittance.
This is the enormous power of do not do, what in Zen is defined as Wei Wu Wei.
End of the first episode
Satyam

domenica 2 novembre 2014

the power of love , Osho Rebalancing






The power of love - Osho Rebalancing

l'amorevolezza, ciò che di più puro sgorga dal nostro cuore, la possiamo donare in diverse modalità.
Una che sto imparando di recente si chiama Osho Rebalancing. Con un profondo tocco che parte dalle mani ma arriva al cuore possiamo risvegliare nelle persone l'energia, le emozioni ed è un continuo crescendo in cui si è coinvolti insieme.
è indescrivibile la gioia che si prova nel vedere sciolte le paure, uscire la rabbia repressa da anni, le lacrime mai espresse e tante altre emozioni che "bloccano" il nostro corpo e gli impediscono di essere aperto alla vita!
Credo sia questo il vero nucleo di questo sistema di cura o massaggio: donare amorevolezza in modo scientifico.
Try it! Provalo!

Satyam

----------------------------------------------------------------------------------------
loving kindness, that which is most pure springs from our heart, we can donate in different ways.
I'm learning a recently called Osho Rebalancing. With a deep touch that part of the hands but gets to the heart can awaken in people the energy, emotions and is a continuous growing up in which you are involved with.
is indescribable joy you feel when you see loose the fear, the anger come out in years, tears never expressed and many other emotions that "lock" your body and prevent it from being open to life!
I think this is the real core of this system of care or massage: to give loving kindness in a scientific way.
Try it! Try it!

Satyam

venerdì 19 settembre 2014

i giochi di potere

Fin da prima della nostra nascita abbiamo subito e assorbito quello che comunemente viene definito "gioco di potere".
Viene definito "gioco" anche se in esso non c'è nulla di divertente, anzi di solito provoca sofferenza a se stessi e gli altri. è un gioco in quanto ognuno ha un ruolo in base alle circostanze e soprattutto in base ai condizionamenti assorbiti nell'infanzia.
Ad esempio spesso si sente di genitori che sfogano la loro rabbia con atti di violenza fisica e psicologica sui figli perchè nell'infanzia hanno subito lo stesso trattamento.
Il vero potere che abbiamo non è quello sulle altre persone bensì quello di scoprire chi realmente siamo e rompere le catene di questo assurdo gioco che si perpetua nelle generazioni!
Facendo questo lavoro su se stessi possiamo interrompere questo ciclo infinito di sofferenza, violenza, dolore e creare consapevolezza, compassione, felicità: solo perchè lo vogliamo fare!
Intorno a me vedo molta sofferenza ed anche molta rabbia e dolore non espresso che viene rigettato incosapevolmente sugli altri, in special modo sui bambini.
Nel periodo prenatale e fino ai 5/6 anni i bambini sono come spugne: assorbono tutto quello che sentono e vedono trasformandolo in quello che sarà il loro inconscio, i loro comportamenti "automatici", le cosiddette reazioni.
Per questo motivo la scuola ed i genitori sono le persone che più di altri plasmano quello che sarà la persona in futuro: è una grande responsabilità!
Inoltre avendo la consapevolezza di questi meccanismi nelle relazioni si può evitare di avere reazioni e comportamenti inconsci verso gli altri e soprattutto riconoscere quelle degli altri: questo interrompe un altro "gioco di potere" che ci impedisce di creare un vero contatto.
Cominciamo a lavorare per questa nuova umanità...
Satyam
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Ever since before we were born we endured and absorbed what is commonly called the "power game".

Is called a "game" even though there is nothing in it for fun, in fact usually causes suffering to themselves and others. is a game because everyone has a role depending on the circumstances and especially according to the influences absorbed in childhood.

For example, we often hear of parents who vent their anger through acts of physical and psychological violence in childhood because the children have undergone the same treatment.

The real power we have is not about other people but to find out who we really are and break the chains of this absurd game that has been perpetuated for generations!

Doing this work on oneself we can stop this endless cycle of suffering, violence, pain, and create awareness, compassion, happiness just because we want to do!

Around me I see a lot of suffering, and also a lot of anger and pain that is not expressed unconsciously rejected on others, especially on children.

In the prenatal period, and up to 5-6 years children are like sponges: they absorb everything they hear and see, transforming it into what will be their unconscious, their behaviors "automatic", the so-called reactions.

For this reason, the school and the parents are the people more than others shape what will be the person in the future: it is a big responsibility!

In addition, having an awareness of these mechanisms in the relationships you can avoid having reactions and unconscious behaviors towards others and especially recognize those of others: This breaks another "power game" that prevents us from making true contact.

We start working on this new humanity ...

Satyam



domenica 14 settembre 2014

decima lezione presso l'università dell'essere umano: il possibile


L'universo che abbiamo davanti a noi non è che una creazione della nostra coscienza e quindi possiamo plasmare il nostro presente futuro a nostro piacimento.
Quello che conta è la consapevolezza di questo potere della nostra volontà.
Come non esiste libertà senza responsabilità, non esiste neppure libertà senza la consapevolezza del possibile.
Per entrare in questo nuovo mondo basta semplicemente attivare la scintilla che nasce dall'intuizione: quel momento di non-mente in cui siamo rilassati ed il pensiero non ci opprime, siamo aperti alla verità che scorre attraverso noi.
Dobbiamo solo aprire gli occhi e rilassare la mente: nasce la creatività.
Benvenuti nell'universo del possibile!
Cominciamo a lavorare per questa nuova umanità.
Satyam
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
the universe that we have before us is a creation of our consciousness, so we can shape our present and future to our liking this.

What matters is the awareness of this power of our will.

As there is no freedom without responsibility, there is not freedom without the awareness of the possible.

To enter this new world simply activate the spark that comes from intuition: that moment of no-mind in which we are relaxed and not thinking oppresses us, we are open to the truth that flows through us.

We just have to open your eyes and relax your mind: the birth of creativity.

Welcome to the universe of possible!

We start working on this new humanity.

Satyam

mercoledì 20 agosto 2014

Priorità



Uno dei primi concetti che ho imparato presso l’azienda ove tuttora stò lavorando è quello di PRIORITA’.

Un azienda con forte crescita ed obiettivi ambiziosi deve per forza darsi una scaletta di urgenza e importanza in modo da poter far fronte a tutti (o quasi) gli impegni soprattutto senza tralasciare i più vitali dando invece tempo ad attività rimandabili e senza urgenza e importanza. Ovviamente in un’azienda ove si lavora in team è necessario anche dedicare del tempo a formare i propri collaboratori, in modo da poter delegare compiti e responsabilità che altrimenti ci assalirebbero creando solo stress , demotivazione e sicuramente un pessimo risultato.

Se trasliamo tutto ciò alla nostra vita di tutti i giorni, voi come mettereste in lista le priorità della vostra vita?

Ovviamente nella nostra vita NON possiamo delegare quasi nulla agli altri ma anzi è necessario prendersi la responsabilità delle proprie scelte, anche se non molti lo fanno.

Guardatevi  intorno, guardate gli occhi delle persone intorno a voi: per le strade, nel bus, al mercato, al lavoro…ovunque. Guardate bene e profondamente, non solo uno sguardo fuggente che sfiora i contorni ma che scende nel profondo.

Credete che le persone che avete guardato siano consapevoli delle proprie responsabilità? E voi lo siete? Inoltre siamo consapevoli che esistono anche priorità comuni dell’apparato “genere umano” , dell’apparato “pianeta terra”, che superano le nostre?

Siamo davvero consapevoli che facendo parte di una comunità possiamo influenzare la vita di tutti e del pianeta dove viviamo con le nostre scelte?

Se vi dicessi  ,o meglio uno scienziato con dati alla mano vi dicesse, ad esempio, che entro il 2048 le riserve di acqua saranno così basse che solo il 40% della popolazione potrà farne uso, che i mari saranno quasi sprovvisti di ogni fauna e vegetazione nonché coperti da una coltre di plastica, che l’innalzamento della temperatura terrestre a causa dei danni umani farà crescere le inondazioni del 60% ?

In questo caso quale sarebbe ORA la vostra priorità?

Qual è l’obiettivo primario in questo momento della vostra vita?

Avete qualche obiettivo o vivete alla giornata seguendo quello “che vi dicono di fare” ?


giovedì 17 luglio 2014

nona lezione presso l'università dell'essere umano

Nona lezione presso l'università dell'essere umano

Il Corpo

Il corpo è il nostro tempio, la sua sacralità sta proprio nel fatto che attraverso questo fantastico strumento possiamo avere delle esperienze che arricchiranno la nostra vita. Il corpo è stato violato nella sua naturalezza quando eravamo fanciulli: la negazione della libertà di essere se stessi ha prodotto tanti blocchi, dolori, rabbie nascoste, tutte catalogate come in un registratore.
Chi ha prodotto queste aberrazioni dentro di noi non ne era consapevole e quindi non serve adirarsi contro il passato, possiamo invece lavorare qui e ora per essere noi più consapevoli , con molti strumenti.
Se potete partite dal corpo: lui non vi tradirà se non fate altrettanto. La mente vuole solo problemi da risolvere, pensieri da pensare e cade nel vortice che ci fa perdere la vita stessa in un batter d'occhio.
Siate consapevoli del vostro fantastico corpo: godetene con tutti i sensi in ogni momento, curatelo amandovi all'infinito, non sfruttatelo come se fosse uno schiavo.
Io sto respirando proprio ora: l'aria entra e dopo esce, io cammino e lentamente tutti i muscoli si muovono perfettamente: non è un miracolo?
Mentre leggete miliardi di cellule perfettamente organizzate svolgono il loro compito in modo perfetto e sincronizzato con l'universo: amatele tutte , fate sentire ad ogni cellula del vostro corpo che il vostro cuore sente e comprende la loro importanza con immenso amore e riconoscenza, ogni tanto, si, dite grazie al vostro corpo.
Namastè
Satyam
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
inth lecture at the University of the human

the Body

The body is our temple, its sacred is the fact that through this amazing tool we have experiences that enrich our lives. The body has been violated in its naturalness when we were children: the denial of freedom to be themselves has produced many blocks, pain, anger hidden, all cataloged as a recorder.

Who produced these aberrations within us was not aware of and therefore do not need to be angry against the past, we can instead work here and now for us to be more aware, with many tools.

If you can match the body: he will not let you down if you do not do the same. The mind just wants to solve problems, to think thoughts and falls into the vortex that makes us lose life itself in the blink of an eye.

Be aware of your fantastic body enjoy it with all your senses at all times, cured him loving you forever, do not make good use of as if it were a slave.

I'm breathing right now: the air enters and exits later, I walk slowly and all the muscles move perfectly: it is not a miracle?

As you read the billions of cells perfectly organized fulfill their duty in a perfect way and in sync with the universe: love them all, please feel every cell in your body that your heart feels and understands their importance with immense love and gratitude, every now and then you, say thanks to your body.

Namastè 
Satyam

lunedì 19 maggio 2014

Reminiscenza


Il 14 novembre 2009 a Milano feci una scelta importante, in sintonia con quello che provavo in quel momento presi una direzione. Non è una data particolarmente significativa perchè il processo era già in atto, il seme era piantato da tempo e stava solo germogliando.
Ora è venuto il momento di vederne i fiori ed assaporarne la fragranza.
Il tempo dei progetti nel futuro sta per scadere, o forse è già scaduto.
Non è che cambiare nome o aggiungersene un altro cambia veramente te stesso e neppure celebrare questa scelta una volta: ogni giorno è quello giusto, ogni minuto, ogni attimo, quieora, non esiste altro...
Il momento giusto è ADESSO e mi godo l'istante nella sua pienezza e totalità, nella sua bellezza e gioia: si sono vivo e lo posso urlare al cielo : sono io , sono io, mi sono riconosciuto! mi sono ricordato chi sono!
Da qui in poi la strada non è finita, no, non finisce mai, ma so la direzione e le cadute non mi fanno male, servono solo a migliorare, ringrazio tutti gli errori commessi e quelli che commetterò ancora.
Da adesso con una qualità in più...la consapevolezza....io ci sono....sto guardando cosa succede e nessuno mi può più spegnere!
Il fuoco eterno è dentro di noi e nessuno lo accende da fuori; possiamo solo imparare da qualche maestro oppure dalla vita stessa che il buio non esiste, è solo mancanza di luce.
Basta fare il primo passo e la via inizia, se non inizi non puoi arrivare a niente: lascia stare le voci dentro di te che ti dicono di aver paura : " e se, e se, e se, ma, non so, ma poi dopo?...).
La paura di lasciar andare è quello che ci frega! Ma lasciar andare cosa? Guardati attorno e chiediti nel profondo di te stesso: " è questo che voglio per la MIA vita?", "questo mi piace?"...
non aspettare neppure le domande perchè sarà la stessa mente a trovare una giustificazione plausibile per lasciarti nell'immobilità, e niente è peggio di stare fermi perchè la vita è cambiamento mentre la morte è immobilità.
Allora canta, danza, salta, fai qualcosa che ti fa sentir vivo! Guarda questo cielo, non è stupendo?
Guarda la tua immagine allo specchio, non sei una meravigliosa realtà?
Buona celebrazione a tutti.
Alessandro Satyam Orlandi :-)-------------------------------------------------------------------------------
------------------------------------------------
On November 14, 2009 in Milan made ​​a major choice , in line with what I felt in that moment I took a direction. It is not a particularly significant date because the process was already in place, the seed was planted for a long time and was just sprouting .
Now is the time to see flowers and enjoy its fragrance.
The time of projects in the future is about to expire , or maybe it's already expired.
Is not that another name change or attract additional change yourself and not even really celebrate this choice once every day is the right one , every minute, every second, hereandnow , there is no other...
The right time is NOW and I enjoy the moment in all its fullness and totality , in its beauty and joy : you are alive and I can scream at the sky : I am, I am, I recognize myself! I remembered who I am!
From here on, the road is not over, no, never ends, but I know the direction and falls do not hurt me , they serve only to improve , I thank all the mistakes and those who commit yet .
From now with a quality ... more awareness .... I'm there .... I'm looking at what is happening and no one I can turn it off anymore !
The eternal fire is inside of us and no one lit from the outside ; we can only learn from some master or from life itself that the darkness does not exist , it's just no light.
Just take the first step and the road begins , if you do not start you can not get to anything : let it be the voices inside you that tells you to be afraid , " and if , and if , and when , but I do not know , but then after that? ... ) .
The fear of letting go is what we care ! But letting go of what? Look around and ask yourself deep within yourself, " this is what I want for MY life? ", " I like that ?" ...
not even wait for the question because it will be the same mind to find a plausible excuse to leave you in the stillness , and nothing is worse than stand still because life is change while death is stillness.
Then sing, dance , jump , do something that makes you feel alive! Look at this sky , it is not wonderful ?
Look at your reflection in the mirror , you're a wonderful reality?
Good celebration at all.
Satyam Alessandro Orlandi :-)


domenica 6 aprile 2014

start working for this humanity


A volte non è facile ma bisognerebbe almeno provarci. Per rendere questo mondo, questa realtà che viviamo leggermente migliore, cominciamo da noi stessi.   Se cerchiamo di modificare alcune abitudini e atteggiamenti con qualcosa di più positivo improvvisamente il mondo comincerà a trasformarsi...
cominciamo a lavorare per questa umanità.
Satyam------------------------------------------------------
Sometimes it is not easy but we should at least try. To make this world, this reality that we live a little better, let's start from ourselves. If we try to change some habits and attitudes with something more positive suddenly the world will begin to transform...
start working for this humanity


domenica 16 marzo 2014

grazie S.






Stanotte ho fatto uno strano sogno e credo che voglia significare qualcosa.
Voglio pubblicamente ringraziare e scusarmi con una persona che molto tempo fa mi ha fatto capire, con la sua maturità e intelligenza, una importante lezione di vita, anche se con dolore.
I buddhisti sostengono che gridare in pubblico i propri "peccati" che io chiamerei meglio errori, ci aiuti molto ad eliminarne gli effetti: interni ed esterni.
Io credo che dentro di noi possiamo decidere all'istante di eliminare il passato ed i suoi errori, trovando la pace MA alcune azioni o eventi lasciano un segno più profondo nell'inconscio e quindi vanno comunque esternamente almeno comunicati, per eliminare gli ultimi residui.
Ringrazio questa persona per avermi insegnato che gli effetti della rabbia repressa prima o poi vengono fuori e rischiano di toccare anche le persone che più amiamo, con il rischio di perderle, allontanandoci da esse.
In quel periodo io avevo molta rabbia repressa dovuta a fatti accaduti molto prima e risalenti alla mia infanzia e non essendone consapevole, ogni tanto questa energia sfociava fuori con reazioni assurde e spropositate.
Quindi cara S. ti ringrazio molto per la tua lungimiranza e intelligenza nel gestire la situazione e mi scuso con te se ti ho fatto in qualche modo soffrire.
Un abbraccio
Satyam Alessandro Orlandi

 s://www.facebook.com/ManifestoDellaNuovaUmanita/photos/a.436977366355624.115076.436959356357425/649395728447119/?type=1&theater
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Last night I had a strange dream and I think he wants to mean something .I want to publicly thank and apologize to a person who long ago made ​​me realize , with his maturity and intelligence, an important life lesson , though with pain.Buddhists claim that cry in public their "sins" that I would call better errors , help us a lot to eliminate the effects of: internal and external .I believe that within us we can instantly decide to eliminate the past and its mistakes, finding peace BUT certain actions or events leave a mark deeper into the unconscious and therefore must be communicated at least externally , however , to eliminate the last remnants .I thank this person for teaching me that the effects of pent-up anger sooner or later they come out and are likely to touch even the people we love the most , with the risk of losing them , away from them.At that time I had a lot of pent-up anger due to events that took place much earlier , dating back to my childhood and not being aware of it , sometimes this energy flowed out reactions with absurd and ridiculous .So dear S. I thank you very much for your foresight and intelligence to handle the situation with you , and I apologize if I made you suffer in some way .a hugSatyam Alessandro Orlandi

venerdì 14 marzo 2014

la meditazione è gioco

Nella foto : Il maestro Thich Nhat Hanh gioca con un bambino, grazie Thai!

La meditazione è GIOCO.

La meditazione non è una cosa della mente, è qualcosa al di là della mente.
E il primo passo sta nell'essere giocoso. Se giochi, la mente non può distruggere la tua meditazione. In caso contrario, la trasformerà in un'altra ossessione dell'ego, ti renderà molto serio. Comincerai a pensare: «Sono un grande meditatore, sono più santo degli altri. Il mondo intero è attaccato solo alle cose materiali, io sono religioso, io sono virtuoso." Questo è ciò che succede a migliaia di cosiddetti santi, moralisti, puritani: stanno solo giocando i giochi dell'ego, sottili giochi dell'ego.
Quindi voglio eliminare tutto questo alle radici dall'inizio. Mentre mediti gioca. La meditazione è una canzone da cantare,una danza da danzare.
Prendila come un divertimento e ti sorprenderà vedere che se riesci a giocare, la meditazione fa passi da gigante.
Ma mentre siedi in silenzio non aspiri a una meta, stai semplicemente provando un grande piacere, stai semplicemente gioiendo nello stare seduto in silenzio - non aspiri a poteri da yogin, miracoli, siddhi. Tutto ciò è un'assurdità, la stessa antica assurdità, lo stesso vecchio gioco, giocato con nuove parole, a un altro livello...
La vita in quanto tale dev'essere presa come uno scherzo cosmico - ed ecco che improvvisamente puoi rilassarti, perché non c'è niente per cui essere teso. E proprio in quel rilassamento qualcosa comincia a cambiare dentro di te - un cambiamento radicale, una trasformazione - e le piccole cose della vita cominciano ad avere un significato nuovo, un'importanza nuova. Allora niente è piccolo, ogni cosa comincia ad avere nuova fragranza, nuova aura; s'incomincia ad avvertire una sorta di religiosità diffusa. Non si diventa cristiani, non si diventa indù, non si diventa musulmani, si diventa semplicemente amanti della vita. S'impara solo una cosa, come gioire nella vita.
E gioire nella vita è la strada verso Dio.
Danza la tua strada verso Dio, ridi la tua strada verso Dio,canta la tua strada verso Dio.
Osho

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

In pictures: The master Thich Nhat Hanh, plays with a child , thanks to Thai !Meditation is GAME .Meditation is not a thing of the mind, is something beyond the mind.And the first step is being playful. If you play , the mind can not destroy your meditation. Otherwise, turn it into another obsession of the ego, you will make it very seriously. You start to think : "I'm a great meditator , they are more holy than others. The whole world is only attached to material things , I am religious , I am virtuous . "This is what happens to thousands of so-called saints , moralists , puritans : they're just playing ego games , ego games fine .So I want to remove all this from the beginning to the roots . As you ponder plays . Meditation is a song to sing , to dance a dance .Take it as a fun and surprise you see that if you can play , meditation is making headway .But as you sit in silence not aspire to a goal, you're just feeling a great pleasure , rejoicing in being 're just sitting in silence - not aspire to power by yogis , miracles, Siddhi . All of this is nonsense , the same nonsense old , same old game , played with new words to another level ...Life as such should be taken as a cosmic joke - and then suddenly you can relax , because there is nothing to be tense. And at that very relaxation something starts changing in you - a radical change , a transformation - and the small things of life are starting to have a new meaning, a new importance . Then nothing is small, everything begins to make new fragrance , new aura , one begins to feel a sort of diffuse religiosity . No one becomes a Christian , you do not become Hindus, Muslims do not become , you become simply lovers of life. One learns only one thing, how to rejoice in life.And rejoice in life is the way to GodDance your way to God , laugh your way to God , sing your way to GodOsho

mercoledì 26 febbraio 2014


In questi ultimi giorni va molto di moda il giudizio: la messa al bando, l'espulsione, i regolamenti disattesi, la non coerenza con i programmi...
Credevo che l'essere umano facesse parte del divenire essendo egli stesso cosciente del continuo e  costante cambiamento. Quindi come può pensare che la coerenza, i programmi, il giudizio portino a qualcosa di positivo?
Questo periodo storico assomiglia molto in senso culturale alla vecchia rivoluzione francese: centinaia di Robespierre che si immolano per la patria e pensano di essere guidati da una specie di volontà divina, pronti a tagliare teste per il bene comune.
Forse si scordano però di un altro personaggio storico altrettanto importante, un certo Voltaire che diceva: "Non la penso come te, ma sono pronto a morire perchè tu possa esprimere la tua opinione".
Dalle opinioni divergenti, dalla critiche si può anche , anzi si deve solo che imparare.
Non serve a nulla tagliare la mano che ruba e la lingua che mente, ma sarebbe utile educare chi le guida.
Alessandro Satyam Orlandi
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
In these last days it is very fashionable judgment : the banishment , deportation , regulations disregarded , the inconsistency with the programs...
I thought that the human being was part of becoming himself being conscious of the continuous and constant change. So how can think of that consistency , the programs , the judgment will lead to something positive ?
This historical period is very similar in culture to the old French Revolution , hundreds of Robespierre who sacrifice themselves for their country and think they are driven by a kind of divine will, ready to cut heads for the common good .
Maybe they forget , however, another equally important historical figure , a certain Voltaire who said: " I ​​do not think like you, but I'm ready to die because you can express your opinion ."
From the differing opinions from criticism you can also, and that you should just learn.
There is no use to cut the hand that steals the language and mind , but it would help educate those who drive.
Satyam Alessandro Orlandi

mercoledì 29 gennaio 2014

Testimoni

                             cartoon: "I'm sorry but I must have dozed off while complaining"


Ultimamente cerco di restare pienamente presente e consapevole anche di fronte ad alcuni "sfoghi" e lamentele di varie persone , senza che "parta" la risposta automatica del mio giudizio o della difesa del mio subconscio. Mi si è aperto un mondo nuovo...noto molta inconsapevolezza e soprattutto sofferenza in alcune persone e provo compassione ed un senso di amarezza se non riesco ad aiutarle in qualche modo.
E voi come fate?
Satyam
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Lately I try to stay fully present and aware even in the face of some "outbursts" and complaints from various people, without which "starts" the automatic response of my judgment or defense of my subconscious. I opened up a new world ... known a lot of ignorance and suffering, especially in some people, and have compassion and a sense of bitterness if I can not help them in some way.
And how do you do?
Satyam

domenica 19 gennaio 2014

medicina e cure

L'uomo nella sua presunzione di essere al centro dell'universo e perdendo la sensazione di farne parte negli ultimi secoli ha creato la figura infallibile del medico. Purtroppo la chimica introdotta per aiutare il naturale processo di autoguarigione già "inventato" dalla natura stessa è spesso utile ma spesso anche portatore di effetti collaterali. Se leggete bene le famose statistiche su cui si basa la medicina ufficiale scoprirete un piccolo segreto: uno delle principali cause di morte è proprio l'effetto collaterale di farmaci.
Allora mi chiedo sempre più spesso se la direzione newtoniana presa da questa scienza tralasciando gli antichi insegnamenti di autoguarigione energetica non sia altro che un inseguire come al solito il dio denaro...
Informiamoci quindi e non fidiamoci solo della medicina ufficiale, contiamo anche su noi stessi per la guarigione perchè siamo noi stessi inconsapevolmente causa anche della malattia.
Satyam

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Man in his presumption to be the center of the universe and losing the feeling to be part of the past few centuries has created the figure of the doctor infallible. Unfortunately, the chemical introduced to assist the natural self-healing process already "invented" by the very nature is often useful but often also the bearer of side effects. If you read the well known statistics on which the official medicine will discover a little secret: One of the leading causes of death is just the side effect of medications. 
So I wonder more and more often if the direction taken by this Newtonian science ignoring the ancient teachings of self-healing energy is nothing but a chase as usual, the god of money ... 
Be informed and then let us trust not only of mainstream medicine, we rely on ourselves for healing because we ourselves also unknowingly cause of the disease. 

Satyam

giovedì 9 gennaio 2014

i 5 riti tibetani


oppure acquista il libro che vedi sotto:

Ciao a tutti, io pratico i 5 riti da metà luglio del 2013 ed ho saltato solo qualche giorno (in totale non più di 5). Trovo siano utili sia dal punto di vista fisico visto che sono calato di peso ed ero leggermente sovrappeso (ho perso circa 9 kg da 84 a 75). Inoltre mi sento molto meglio: più energia, più elasticità (nonostante abbia praticato 10 anni di kung fu e quindi non ho grossi problemi a riguardo), ho diminuito drasticamente episodi come emicranie, raffreddori, mal di schiena (ho un problema lombare per incidente in moto) . Ho aggiunto alla fine di ogni rito qualche breve esercizio di rilassamento ed alla fine dei 5 pratico una meditazione tipo vipassana a volte con l'uso dei suoni (come viene consigliato nel secondo libro) ma soprattutto lascio accadere ciò che spontaneamente viene. Secondo me questi 5 esercizi se praticati nel modo giusto e con la giusta convinzione/motivazione hanno un potenziale molto alto per accompagnare la propria crescita, in tutti i sensi.
Namastè
Alessandro Satyam Orlandi

Hello everyone, I practice the rites 5 from mid-July of 2013 and I missed only a few days (a total of not more than 5) . I are useful both from the physical point of view since they are dropped weight and was slightly overweight ( I lost about 9 kg from 84 to 75 ) . Also I feel much better : more energy, more flexibility ( despite 10 years of practicing kung fu and so I have big problems in this regard ), I dropped dramatically episodes such as headaches , colds , back pain (I have a back problem for accident motion ) . I added at the end of each rite some brief relaxation exercise and at the end of the 5 practical type vipassana meditation sometimes with the use of sound ( as is recommended in the second book ), but mostly I let happen what comes naturally . In my opinion these 5 exercises if done in the right way and with the right belief / motivation have a very high potential to accompany their growth in all directions .Namaste


Libreria della nuova umanità

  • FISH! di S.C.Lundin, Harry Paul e J. Christianses - Sperling & Kupfer Editori
  • Il Bar Celestiale di Tom Youngholm MANDALA Ed
  • Il libro di Mirdad di Mikail Naimy
  • Istruzioni di volo per aquile e polli di Anthony De Mello PIEMME POcket
  • La decima illuminazione di James Redfield MANDALE Ed
  • La Profezia di Celestino di James Redfield MANDALA ED.
  • La via del guerriero di pace di Dan Millman Edizioni IL PUNTO D'INCONTRO
  • Lettere dalla Kirghisia di Silvano Agosti
  • Tutta la bibliografia di Eckhart Tolle
  • Tutta la bibliografia di OSHO
  • Tutta la bibliografia di PAULO COELHO
  • Tutta la bibliografia di Thích Nhất Hạnh
  • Tutta la bigliografia di Ramana Maharshi
  • Una Sedia per l'anima di Gary Zukav MANDALA Ed.

Tramonto

Tramonto

Archivio blog

Informazioni personali

La mia foto
Genova, Liguria, Italy
Per ogni info non dubitate a contattarmi via mail