sabato 14 novembre 2015

La soluzione è dentro di noi



Pubblico la copertina del libro di Terzani perchè come lui rispose al libro di Oriana Fallaci "La rabbia e l'orgoglio"  dopo l'attentato dell'11 settembre , anche io credo che la risposta non sia nella guerra ma dentro di noi.
Non si può non essere contro chi fa degli ostaggi e spara con un mitra contro chi sta tranquillamente cenando al ristorante, questo è ovvio come anche il fatto che questi atroci delitti vadano puniti applicando la legge ma non ci scordiamo che coloro che compiono questi assurdi atti e s'immolano per una causa senza senso al servizio delle multinazionali delle armi e quant altro sono anch'essi vittime e uomini, come noi lo siamo.
Non esiste possibilità di rispondere all'odio con l'odio, non funziona.
Occhio per occhio rende il mondo cieco, diceva Gandhi.
Chi ha armato questi uomini? Chi li ha convinti a suicidarsi per uccidere altre persone innocenti solo per urlare "Allah è grande" ? Che senso ha creare il terrore in una città senza aver colpito alcun importante centro nevralgico politico o militare ?
Quante persone vengono uccise ogni giorno nel mondo in guerre si e no conosciute e nessuno ne da notizia?
Il terrore creato dal fatto che il 20% del pianeta ha l'80% delle ricchezze comincia a trasferirsi nel nostro paradiso terrestre ed è necessario iniziare a fare i conti con la sostenibilità del tipo di vita che stiamo facendo e soprattutto che "loro" stanno facendo...
Provo profonda tristezza e compassione per tutte le vittime di Parigi ma anche per i loro carnefici che non sono altro che pedine sacrificabili di una serie di livelli di comando che giocano con la vita delle persone nel mondo. Anche per loro provo compassione perchè la loro è una triste vita : basata sull'accumulo di ricchezze inutili che non potranno portarsi nella tomba.
Le vere ricchezze sono dentro di noi: la nostra gioia di vivere, l'amore, la bellezza, la consapevolezza.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Public book cover of Terzani book because as he responded to the book by Oriana Fallaci, "The Rage and the Pride" after the attacks of September 11, although I believe that the answer is not in the war but within us.
One can not be against those who make the hostages and shoot with a machine gun against those who are quietly having dinner at the restaurant, this is obvious as the fact that these heinous crimes should be punished by applying the law but do not forget that those who make these absurd acts and immolated for a cause no sense to serve multinational companies of weapons and whatever else they too are victims and men, as we are.
There is no possibility to answer hatred with hatred, is not working.
An eye for an eye makes the world blind, Gandhi said.
Who armed these men? Who convinced them to commit suicide to kill other innocent people just to shout "God is great"? What sense does it create terror in a city without hitting any major nerve center of political or military?
How many people are killed every day in the world wars and is not known and no one from the news?
The terror created by the fact that 20% of the planet has 80% of the wealth begins to move in our paradise and you have to start to deal with the sustainability of the type of life we ​​are doing and especially that "they" are doing ...
I feel deep sorrow and sympathy for all victims of Paris but also for their tormentors that are nothing more than expendable pawns of a series of command levels playing with the lives of people in the world. I feel compassion for them too because theirs is a sad life: based on the accumulation of unnecessary wealth that can not take to the grave.
The true wealth is within us: our love of life, love, beauty, awareness.

sabato 10 ottobre 2015

Le qualità della bontà e della bellezza


Le qualità della bontà e delle bellezza
So già che questo post diventerà a breve impopolare come chi lo scrive. Ebbene sappiate che anche io fino a 10 anni fa mangiavo carne e pesce ed il prosciutto, il salame chi non lo trova buono?
Poi è avvenuto dentro di me un cambiamento: da un giorno all'altro quello che fino a poco prima era una delizia io lo guardavo e vedevo la miriade di sofferenze provocate per produrlo. Era solo un pezzo di cadavere martoriato di un essere senziente la cui vita era stata resa un inferno su questa terra.
Come potevo MANGIARLO?  Quali qualità oltre a quelle chimiche (già discutibili) avrei assorbito con tutta quella sofferenza?
Avete mai visto cosa succede in un allevamento, intensivo o no e poi in un macello?
Come potevo essere COMPLICE tante TERRIFICANTI violenze?
Io ero loro e loro erano me. Non c'è distacco, non differenza, siamo tutti vivi e la vita è un dono che non possiamo permetterci di togliere, specialmente in quel modo e senza motivo perchè esistono cibi buoni e sani di ogni genere senza creare sofferenza.
Quindi quando vedo chi posta le foto di prosciutti, carne alla brace, magari ricordando qualche allegra scampagnata , non provo rancore ma vedo me stesso tanti anni fa e spero che tutti un giorno seguano questo percorso.
Vorrei farvi solo ricordare che quel pezzo di carne che esibite con tanto orgoglio è solo un cadavere di un essere vivente che è stato sottoposto ad ogni tipo di sofferenza fisica e psicologica.
Tutto qui.
Fate le vostre scelte ma sempre consapevoli.
Quali sono le qualità della bontà e delle bellezza secondo voi?
Satyam
-------------------------------------------------------------------------------------
The qualities of goodness and beauty
I know that this post will soon become unpopular as the writer. Well I also know that until 10 years ago, ate meat and fish and ham, salami who does not find it good?
Then it happened within me a change: from day to day what until recently was a delight I watched him and I could see the myriad of suffering caused to produce it. It was just a piece of battered corpse of a sentient being whose life was made hell on earth.
How could I eat it? What qualities in addition to those chemicals (already questionable) I absorbed all that suffering?
Have you ever seen what happens in a herd, intensive or not, and then in a slaughterhouse?
How could I be so many COMPLICE CREEPY violence?
I had them and they were me. There is no separation, no difference, we are all alive and life is a gift that we can not afford to take off, especially in that way and for no reason because there are good and healthy foods of all kinds without creating suffering.
So when I see those who post photos of ham, grilled meat, perhaps remembering some jolly jaunt, I feel no resentment but I see myself all those years ago and I hope that one day all will follow this path.
I would just remind you that piece of meat that exhibited so proudly is just a dead body of a living being that has been subjected to all kinds of physical and psychological suffering.
That's all.
Make your choice but always aware.
What are the qualities of goodness and beauty in your opinion?

mercoledì 30 settembre 2015

L'armonia tra dare e avere


L'armonia tra dare e avere
E' veramente incredibile come certe persone non si accorgono di prendere in giro gli altri dicendogli delle cose che non hanno nessun senso. In realtà invece prendono solo in giro se stessi perché non sono in grado di ascoltare e reggere una conversazione intelligente senza usare il potere che qualcuno altro gli ha dato.
Fanno apparire come dei doveri le loro richieste fuori da ogni regola e molto gravose per le persone e di contro fanno apparire come concessioni cadute dall'alto i normali diritti che dovrebbero concedere.
Forse non hanno capito che l'universo si muove in modo armonioso e quindi continuando sempre a chiedere senza mai dare si arriva ad un punto di impasse.
Questo è molto triste ,ma soprattutto per loro: non riescono a smuovere la mia felicità poiché dipende solo da me!
:-)
Alessandro Satyam Orlandi
--------------------------------------------------------------------------------The harmony between give and take
It 's really amazing how some people do not notice tease others telling of things that have no meaning. In fact instead they take only around themselves because they are not able to listen and hold an intelligent conversation without using the power that someone else gave him.
They look like duties their claims out of every rule and very burdensome for people and make it look like concessions against falls from the normal rights that should be granted.
Maybe they did not understand that the universe is moving harmoniously and then while continuing to ask without ever giving you arrive at a point of impasse.
This is very sad, but especially for them: they can not move because my happiness depends only on me!
:-)
Satyam Alessandro Orlandi

sabato 15 agosto 2015

La sfida dei 21 giorni

Tutti noi abbiamo una routine, quell’insieme di azioni e comportamenti che ripetiamo giorno dopo giorno e che ci fanno sentire al sicuro, almeno così crediamo.
Esistono delle routine di alto impatto e delle routine di basso impatto.
Le routine di alto impatto sono quelle che ci muovono nella direzione desiderata, che ci aiutano a essere meglio, a fare meglio, e alla fine ci portano ad avere di meglio. Sono le abitudini funzionali alla felicità.
Le routine di basso impatto invece sono quelle che ci rubano energia, che ci allontanano dai nostri sogni, che rovinano le nostre relazioni. Sono le abitudini disfunzionali che pian piano ci trasformano nella peggior versione di noi stessi.

Quali routine volete seguire?
Secondo diversi studi, ci vogliono 21 giorni per cambiare o introdurre una nuova abitudine.
Ecco allora una sfida: scegli una o due abitudini tra quelle proposte di seguito e mettila in pratica per 21 giorni.
Facci sapere com’è andata!

1. La mattina presto, fai qualcosa per te
Quanti di voi appena alzati la mattina controllano la mail, Facebook o altri social media? Questo comportamento ci fa essere meno produttivi e meno concentrati su quello che abbiamo programmato di fare. Al mattino, concediti del tempo per te: 15 minuti per  meditazione, esercizi di respirazione, leggere citazioni o blog che ti possano ispirare o semplicemente, gustati la tua colazione con calma e con le persone a cui vuoi bene.

2. Dedica 10 minuti per riflettere su ciò che è andato bene
Ogni sera, prima di andare a dormire, pensa a quello che è andato bene durante la giornata, anche se è un piccolo traguardo o un piccolo segno di fortuna. Questo ti farà pensare a quante benedizioni ci sono nella tua vita, nonostante tutto, e ti aiuterà a proseguire nel tuo cammino di crescita personale.

3. Rappresenta ogni giorno con una foto
Per i prossimi 21 giorni, guarda attentamente quello che ti circonda e scatta una foto a qualcosa che ti colpisce. Poi scrivi una breve didascalia o un paragrafo per descrivere le tue sensazioni. Questo esercizio ti aiuta ad aumentare il focus e apprezzare maggiormente ciò che ti circonda!

4. Dai sfogo alla tua creatività
Creare qualcosa da zero dona un senso di completezza e soddisfazione. Scegli un’attività che ti piace (ad esempio dipingere, disegnare, scrivere, colorare, cucire, ecc) e lascia fluire la tua creatività.

5. Impara qualcosa di nuovo
È risaputo: imparare qualcosa di nuovo ci rende felici. Che siano parole di una nuova lingua straniera, un nuovo hobby o una nuova ricetta, esercitati a imparare qualcosa di nuovo ogni giorno.

 

6. Insegna qualcosa ogni giorno
Anche condividere i nostri doni e talenti unici e metterli a disposizione degli altri ci fa sentire utili e quindi felici. Per che cosa ti chiedono aiuto le persone generalmente? In che modo puoi aiutare chi è intorno a te (in famiglia, con gli amici, al lavoro)?

7. Usa parole positive
Le parole che usi creano il tuo mondo. Per i prossimi 21 giorni, pensa attentamente alle parole che usi per esprimerti. Diffondere positività fa bene a te e a chi ti ascolta!

8. Butta qualcosa che non ti serve
Fare pulizia nell’ambiente esterno aiuta a fare ordine anche nel nostro mondo interiore. Ogni giorno, butta qualcosa che non ti serve. All’inizio potrai avvertire una sensazione di disagio. Molte volte è la nostra paura del distacco che non ci permette di lasciare andare gli oggetti a cui siamo affezionati e di cui pensiamo di non poter fare a meno. Giorno dopo giorno, sarà più facile identificare le cose veramente essenziali e disfarsi di quelle che non ci servono.

9. Migliora la tua dieta
Noi siamo quello che mangiamo. Introduci delle piccole abitudini per migliorare la tua dieta. Bere dell’acqua tiepida, meglio ancora se con del succo di limone, aiuta a eliminare le tossine. Mangiare più frutta e verdura, soprattutto se cruda, ti dona più energia e vitalità. Su www.crudoeservito.it troverai tante risorse gratuite per la tua alimentazione.

10. Fai almeno 20 minuti di esercizio ogni giorno
Prendersi cura del proprio corpo fa sentire bene. Non bisogna sfiancarsi, basta scegliere un’attività che ci piace, come camminare, correre, ballare, meditare ed essere costanti. Ritagliarsi del tempo per noi ci rende più sereni anche con gli altri.

 

Fonte:

http://www.blessyou.me/blog/strategie-positive/la-sfida-dei-21-giorni

------------------------------------------

The challenge of 21 days

    
|

We all have a routine, that set of actions and behaviors that we repeat day after day and that make us feel safe, or so we believe.
There are routine high-impact and low-impact routine.
The routines of high impact are those that move in the desired direction, which help us to be better, to do better, and eventually lead us to have better. Habits are functional to happiness.
Low-impact routines instead are those who steal energy, which separate us from our dreams, which ruin our relationships. Are dysfunctional habits that gradually transforms us into the worst version of ourselves.

What routine you want to follow?
According to several studies, it takes 21 days to change or introduce a new habit.
Here then is a challenge: choose one or two habits among those proposed below and put it into practice for 21 days.
Tell us how it went!

1. Early in the morning, you do something for you
How many of you just get up in the morning to check email, Facebook or other social media? This behavior makes us less productive and less focused on what we planned to do. In the morning, take some time for yourself: 15 minutes for meditation, breathing exercises, reading quotes or blogs that you can inspire or simply enjoyed your breakfast with calm and with the people you love.

2. Spend 10 minutes to think about what went well
Every night before going to sleep, think about what went well during the day, although it is a small goal or a small sign of luck. This will make you think how many blessings we have in your life, after all, and help you to continue on your path of personal growth.

3. Represents each day with a photo
For the next 21 days, look closely at your surroundings and take a picture of something that hits you. Then write a short caption or a paragraph to describe your feelings. This exercise helps to increase the focus and greater appreciation of your surroundings!

4. Unleash your creativity
Creating something from scratch gives a sense of completion and satisfaction. Choose an activity that you like (for example, paint, draw, write, color, sewing, etc.) and let your creativity flow.

5. Learn something new
It's common knowledge: learning something new makes us happy. They are the words of a new language, a new hobby or a new recipe, practice learning something new every day.

 

6. Teach something every day
Also share our unique gifts and talents and make them available to others makes us feel useful and happy then. What you ask for help people generally? How can you help those around you (family, friends, work)?

7. Use positive words
The words you use create your world. For the next 21 days, think carefully about the words you use to express yourself. Spreading positivity does love you and your listeners!

8. Throw something you do not need
To clean the external environment helps to make order in our inner world. Every day, throw something that you do not need. At first you'll feel a sense of discomfort. Many times it is our fear of separation that does not allow us to let go of the objects to which we are attached and where we think we can not do without. Day after day, it will be easier to identify what is really essential and discard those that do not serve us.

9. Improve your diet
We are what we eat. Enter the small habits to improve your diet. Drink warm water, better still with the lemon juice, it helps to eliminate toxins. Eating more fruits and vegetables, especially if raw, gives you more energy and vitality. On www.crudoeservito.ityou find many free resources for your nutrition.

10. Do at least 20 minutes of exercise every day
Looking after your body makes you feel good. We must not sfiancarsi, just choose an activity that we like, such as walking, running, dancing, meditating and being consistent. Carve out time for us makes us more serene with others.

 

Source:

http://www.blessyou.me/blog/strategie-positive/la-sfida-dei-21-giorni




venerdì 10 luglio 2015

la mente


Se paragonassimo la nostra mente ad una tv sempre accesa che siamo costretti a portarci sempre dietro?
Chi non ama la tv può anche pensare ad un altro device: una radio, un libro e perché no un tablet.
A questo punto si verrebbero a creare tre tipi di personaggi.
Il primo è il passivo: guarda , ascolta, legge tutto quello che gli si propone senza nessun intervento della sua volontà. La sua vita scorre in maniera quasi del tutto inconsapevole.
Tutto quello che gli succede è colpa degli altri e non esiste nessun progetto preciso ma solo qualche solito desiderio di ricchezza e potere.
Il secondo personaggio è attivo e leggermente più consapevole: sente ogni tanto dentro di se che c'è qualcosa oltre questa tv sempre accesa ma non riesce ad afferrarne la realtà.
Cerca in tutti i modi di scegliere i programmi migliori per raggiungere alcuni obiettivi che si è prefissato, ma non sempre questo funziona e quindi spesso cambia obiettivo.
Il terzo personaggio per qualche strana ragione ogni tanto si è distratto dalla tv e durante la visione di un tramonto, del canto di un uccello, della risata di un bambino, dello scrosciare di un fiume o dirittura durante un orgasmo ha intuito che esiste una realtà che viene ignorata.
Vive come il secondo scegliendo i programmi ma la sua non è curiosità, piuttosto inquietudine: si sforza di capire come tornare in quel momento meraviglioso dove era in fusione col tutto  il tutto era entrato in lui.
Alla fine distrutto da questa ricerca un giorno si lascia andare consapevolmente e improvvisamente sente uno strano silenzio: la tv si è spenta, la può accendere solo quando vuole lui ed inizia una nuova vita.
Satyam
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
If we compare our mind to a tv on at all times that we are forced to take us always behind?
Who does not love the TV you can also think of another device: a radio, a book and why not a tablet.
At this point, you would create three types of characters.
The first is the passive: look, listen, read everything that is proposed without any intervention of his will. His life runs in an almost completely unaware.
All that happens is the fault of others and there is no specific project but only some usual desire for wealth and power.
The second character is active and slightly more conscious: sometimes feel within themselves that there is something beyond this tv on at all times but can not grasp the reality.
Look in all the ways of choosing the best programs to achieve some goals it has set itself, but this does not always work so often changing goal.
The third character for some reason occasionally distracted by the TV and while watching a sunset, the song of a bird, the laughter of a child, the roar of a river or straight during an orgasm has realized that there is a reality that is ignored.
He lives as the second choosing programs but its not curiosity, rather restlessness: strives to understand how to get back in that wonderful moment where he was cast with the whole everything was entered into him.
Eventually destroyed by this research one day you let go consciously and suddenly feels a strange silence: the TV is turned off, the switch can only when he wants to and start a new life.
Satyam

martedì 12 maggio 2015

la finta civiltà


La finta civiltà si basa su valutazioni esteriori , concetti acquisiti che inducono ad una vita vuota, meramente meccanica. In tutto ciò manca totalmente quello che ci rende altamente umani , che è totalmente gratuito , ha un altissimo valore ma non economico.
Satyam
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
The fake civilization is based on external assessments, acquired concepts that lead to an empty life, merely mechanical. In all this totally misses what makes us very human, that is totally free, has a very high value but not cheap.

Satyam

sabato 2 maggio 2015

Allenatore di vita


La mia compagna di vita Angela ha conseguito di recente un master in life coaching dopo un bellissimo e intenso corso esperienziale e sono stato influenzato da questo metodo di analisi di se stessi per la ricerca di soluzioni pratiche al conseguimento degli obiettivi.
Ovviamente questa è la mia personale definizione e non "la definizione".
Life coaching io lo traduco con allenatore di vita.
Qualunque siano i vostri obiettivi e quanto grandi siano il primo passo da fare è:
Chi sono ora?
Cosa voglio raggiungere?
Senza la consapevolezza di se e l'esatto punto di dove voglio arrivare nessuno mai raggiungerà un bel niente se non vivere meccanicamente influenzato dai diktat inconsci assorbiti nella sua vita passata.
Non esiste futuro se non vivendo il presente.
Ed ecco che magicamente e incredibilmente il futuro scompare perchè non è altro che il presente spostato un po' più avanti e non esiste altro nell'universo, niente altro se non: QUI e ORA.
A questo punto tutti vi starete chiedendo... ma COME il coaching riesce a farmi avere consapevolezza di me stesso e dei miei obiettivi?
Certo questo non è semplice ed ogni persona essendo diversa, unica e irripetibile avrà un suo percorso personale da vivere e strumenti diversi da usare.
Quello che ho visto molto simile per tutti è analizzare i valori come fondamenta ed usare i talenti come mattoni della casa che si vuole costruire.
Il Coach non è altro che l'architetto che ci indica come usare questi strumenti  e ci accompagna mentre lo facciamo , perchè se lo facessimo da soli potremmo fare errori che farebbero crollare tutto e sappiamo quanto sia difficile rialzarsi ogni volta che tutto ci cade addosso!
Il vero Coach con la C maiuscola, secondo me, è colui che ha già fatto la costruzione della sua casa ed ha visto che è solida e confortevole e quindi giunto alla consapevolezza di se e dei propri obiettivi può anche accompagnare altri in una strada simile usando strumenti personalizzati.
Buona vita a tutti.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
My life partner Angela has recently received a master's degree in life coaching after a beautiful and intense experiential course and I was influenced by this method of analysis of themselves in the search for practical solutions to achieve the objectives.
Of course this is my personal definition, not "the definition".
Life coaching I translate with allenatore di vita.
Whatever your goals and how great are the first step to do is:
Who am I now?
What I want to achieve?
Without the awareness of and the exact point where I'm going no one ever reach anything if you do not live mechanically influenced by the dictates unconscious absorbed in his past life.
There is no future if not living the present.
And then magically, and incredibly the future disappears because it is nothing but this moved a little 'later and there is nothing else in the universe, nothing else but: HERE and NOW.
At this point all you're wondering ... but HOW coaching can make me be aware of myself and of my goals?
Of course this is not easy and every person being different, unique and unrepeatable will have a personal journey to live and different tools to use.
What I saw is very similar for all analysis values ​​as a foundation and use the talents as bricks of the house you want to build.
The Coach is none other than the architect who shows us how to use these tools and accompanies us while we do it, because if we did that alone could make mistakes that would collapse all and we know how difficult it is to get up every time that everything falls on him!
The real Coach with a capital C, in my opinion, is one who has already made the construction of his house and saw that it is solid and comfortable and then come to the awareness of its objectives and can also accompany other in a similar way using custom tools.
Good life to all.




lunedì 30 marzo 2015

un piccolo passo per voi ma grande per l'umanità


L'evoluzione è un processo lento e spesso discontinuo, ma se guardate la storia dell'uomo in maniera del tutto macro e notando solo i passi in avanti. appare tutto chiaro.
Tutta la sofferenza e l'indifferenza sono solo scogli superati in cui l'uomo si erge e guarda avanti, mentre tutti gli altri che non hanno la consapevolezza ed il coraggio e strisciano sotto e gli urlano parolacce indicibili.
Proprio come nella vignetta...
Il prossimo passo è importante ma per alcuni non esiste neppure: non abbiamo nessun diritto di mangiare gli animali.
Non è una semplice prevaricazione etica ma anche scientifica poiché questo modo distruttivo di vedere stà distruggendo il pianeta e affamandone gran parte.
Vi chiedo di farci una piccola riflessione e di trarne un fatto:
se credete di aver ragione continuate pure a fare come preferite ma se sentite nel vostro cuore che non è giusto FATE QUALCOSA, FATE UN PRIMO PASSO, anche piccolo, grazie.

Satyam
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------Evolution is a slow process and often discontinuous, but if you look at the history of man in a very macro and noting only steps forward. appears clear.
All suffering and indifference are only exceeded rocks where the man stands and looks forward, while all the others who do not have the knowledge and the courage and crawl under and screaming profanity unspeakable.
Just like in the cartoon ...
The next step is important, but for some does not even exist: we have no right to eat animals.
It is not a simple ethical malfeasance but also scientific because this destructive way of seeing is destroying the planet and much of starving.
I ask you to make us a little reflection and to draw a fact:
if you believe that you are right go ahead and do as you like but if you feel in your heart is not right DO SOMETHING, YOU MAKE A FIRST STEP, however small, thanks.

Satyam

mercoledì 11 marzo 2015

Hanno rubato i tuoi sogni ,2a puntata



Hanno rubato i tuoi sogni
Seconda puntata

Wei Wu Wei, agire senza agire...
Non significa attendere passivamente che "qualcosa o qualcuno" facciano per te ma significa sostanzialmente essere in armonia con il flusso universale degli eventi.
Voi starete pensano: "e come faccio a sapere di essere in armonia?"
Giusto, come faccio?
Non si può sapere ma solo sentire, ed è inspiegabile in modo intellettuale, è un'esperienza totalizzante che apre la consapevolezza espandendola in modo esponenziale fino al punto di non poter distinguere i confini con se stessi e l'esterno di se stessi.
Ognuno ha il suo metodo per raggiungere questo satori , non esiste un metodo unico o il migliore.
Alcuni utilizzano metodi di espansione della propria consapevolezza, come la meditazione ( e ci sono mille e più metodi come lo Yoga, il Tantra ecc ecc)  ed altri la via del cuore, dell'amore come i Sufi, altri ancora esplorano confini dentro se stessi fino ad annullarli e ritornare all'essenza, come lo Zen.
La partenza è sempre la stessa: guardare se stessi in modo profondo e senza giudizio, devi prendere la pillola giusta.
Fai il primo passo ed il viaggio sarà già la tua meta.
Satyam
-------------------------------------------------------------------------------------They stole your dreams
Second episode

Wei Wu Wei, action without action ...
Do not mean to wait passively for "something or someone" do for you but basically means being in harmony with the universal flow of events.
You're probably thinking, "and how do I know to be in harmony?"
Right, like I do?
You may not know but only feel, and it is inexplicable in an intellectual way, it is a total experience that opens awareness by expanding exponentially to the point of not being able to distinguish the boundaries with yourself and the outside of themselves.
Each has its own method to accomplish this satori, there is no single method or the best.
Some use methods of expanding one's consciousness, such as meditation (and there are a thousand and one ways like Yoga, Tantra etc. etc.) and others the way of the heart, of love as the Sufis, and others explore boundaries within themselves to annul them and return to the essence, like Zen.
The starting point is always the same: look at yourself in a deep and without judgment, you have to take the right pill.
Take the first step and the journey will already be your destination.
Satyam

sabato 7 febbraio 2015

Karma Matrix Consapevolezza e Amore



Undicesima lezione presso l'università dell'essere umano
Karma Matrix Consapevolezza e Amore

Le dinamiche della legge del karma (causa / effetto) non sono comprensibili ai dormienti poiché credono che le azioni compiute siano state decise, siano delle scelte. In effetti è così ma quando si sceglie inconsapevolmente è come non scegliere perché l'azione non viene da se stessi ma dai numerosi condizionamenti esterni a cui si da più importanza.
Nel modo di "matrix" il famoso film di fantascienza addirittura le persone vivono in un sogno che è creato ad arte dalle macchine per mantenerli in vita ed usare l'energia elettrica prodotta dal corpo per sopravvivere. I centri nervosi neuroni delle persone "addormentate" sono collegate appunto a matrix, che non è altro che un software che si auto rinnova e crea in infinite variabili. Queste variabili però contengono un errore che deve essere corretto tramite un altra equazione, che è l'eletto che salva gli uomini. Per le macchine tutto è matematica ma nell'uomo esiste qualcosa di più forte, ed è imbattibile.
Si chiama Amore.
Le macchine nel film non comprendono questa equazione e quindi perdono la guerra.
L'Amore non si può comprendere, non si può dare, non si può prendere: si può solo SENTIRE, essere compartecipi di un' esperienza che unisce se stessi al tutto, ed è quindi inspiegabile.
Si può solo VIVERE.
Mentre sentiamo questa esperienza nel nostro cuore sale una profonda COMPASSIONE e una infinita GRATITUDINE per tutto quanto riceviamo ogni istante dall'esistenza. E' un'esperienza molto appagante ma che tende a sfuggire in un solo istante non appena la nostra mente si attiva e cerca di capire.
In quel momento in cui cerchiamo di etichettare, memorizzare... tutto svanisce e ne nasce un senso di abbandono.
In realtà nessuno ci ha abbandonato, siamo noi che siamo passati da uno stato di consapevolezza che accetta e osserva ad uno stato di "voler capire e controllare" ogni fenomeno.
Non sto dicendo che dovremmo essere come degli animali escludendo la mente ma l'esatta posizione è LA VIA DI MEZZO, ne questo ne quello.

Charaiveti, Charaiveti

Satyam
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Eleventh lecture at the University of the human
Karma Matrix Awareness and Love

The dynamics of the law of karma (cause / effect) are not understandable to dormant since they believe that the actions have been decided, are the choices. Indeed so, but when you choose unconsciously is how not to choose because the action is not by themselves but by the many external influences to which of more importance.
In the way of "matrix" the famous science fiction film even people living in a dream that is crafted from the machines to keep them alive and use the electricity produced by the body to survive. The nerve centers neurons of people "sleeping" are in fact connected to the matrix, which is nothing but a software that will auto renews and creates infinite variables. These variables, however, contain an error that must be corrected by another equation, which is the chosen one that saves men. For machines everything is mathematics but in man there is something stronger, and is unbeatable.
It's called Love.
The machines in the film do not understand this equation and then lose the war.
Love can not be understood, you can not give, you can not catch: you can only HEAR, be partakers of an 'experience uniting themselves to the whole, and it is inexplicable.
You can only LIVE.
While this experience we feel in our hearts a deep salt COMPASSION and an endless GRATITUDE for all that we receive every moment of existence. It 'a very fulfilling experience but that tends to escape in a moment when our mind is active and try to understand.
At that time when we try to label, store ... everything vanishes and I was born a sense of abandonment.
In fact no one has abandoned us, are we that we have passed from a state of consciousness that accepts and observes a state of "wanting to understand and control" every phenomenon.
I'm not saying that we should be like the animals excluding the mind but the exact location is THE MIDDLE WAY, this will do that.

Charaiveti, Charaiveti

Satyam

Libreria della nuova umanità

  • FISH! di S.C.Lundin, Harry Paul e J. Christianses - Sperling & Kupfer Editori
  • Il Bar Celestiale di Tom Youngholm MANDALA Ed
  • Il libro di Mirdad di Mikail Naimy
  • Istruzioni di volo per aquile e polli di Anthony De Mello PIEMME POcket
  • La decima illuminazione di James Redfield MANDALE Ed
  • La Profezia di Celestino di James Redfield MANDALA ED.
  • La via del guerriero di pace di Dan Millman Edizioni IL PUNTO D'INCONTRO
  • Lettere dalla Kirghisia di Silvano Agosti
  • Tutta la bibliografia di Eckhart Tolle
  • Tutta la bibliografia di OSHO
  • Tutta la bibliografia di PAULO COELHO
  • Tutta la bibliografia di Thích Nhất Hạnh
  • Tutta la bigliografia di Ramana Maharshi
  • Una Sedia per l'anima di Gary Zukav MANDALA Ed.

Tramonto

Tramonto

Archivio blog

Informazioni personali

La mia foto
Genova, Liguria, Italy
Per ogni info non dubitate a contattarmi via mail