lunedì 6 febbraio 2017

Il triangolo della salute


Spesso sento dire alle persone intorno a me: mi fa male qui, ho un dolore la, devo prendere quel medicinale oppure devo andare a farmi vedere. Insomma voglio dire che spesso ci accorgiamo della presenza del nostro corpo solo quando abbiamo un problema: un dolore, una contrazione muscolare, un'articolazione che non si muove bene...
"Normalmente" non ci pensiamo, il corpo va da se, si arrangia con le sue risorse e la sua intelligenza e soprattutto molti credono di essere qualcosa di diverso da un insieme di corpo-mente-anima.
Tutti questi tre aspetti andrebbero curati sistematicamente con la prevenzione ed una cura approfondita in quanto sono il mezzo per poter interagire con la realtà introrno a noi. Altrimenti possiamo solo curare nel momento del bisogno ma andiamo incontro a sofferenze, effetti collaterali, spendiamo tempo e denaro per curare dei mali che potremmo non avere. Il famoso triangolo della salute della chinesiologia applicata spiega molto bene questo principio: ogni lato rappresenta un aspetto e quando si trovano in armonia abbiamo un triangolo perfetto con tre lati uguali (equilatero) mentre invece con la preminenza di un aspetto invece di altro si viene a creare una figura disarmonica.
Ad esempio quanti di noi si informano rispetto alla funzionalità del nostro corpo in tutte le sue parti? Come tenerlo sempre allenato e "lubrificato" al meglio per avere una buona prestazione e soprattutto per evitare sofferenze? Ad esempio lo sport non è solo competizione ma soprattutto cura del proprio corpo o meglio del nostro sistema globale.
Per chi fa poco moto o comunque non riesce a mantenere una costanza nel tempo e nella quantità viene in nostro aiuto l'arte del massaggio attraverso il quale un operatore esterno crea dei movimenti che ridanno giovamento alla varie parti del corpo ed in varie modalità: la muscolatura con tocchi particolari, le articolazioni drenando il sistema linfatico che è la sua lubrificazione ed anche la nostra parte meno densa con movimenti che influenzano le energie che attraversano i nostri corpi cosiddetti più "sottili".
Fare almeno un massaggio alla settimana o meglio due al mese può aiutare il sistema globale a ritrovare in parte la sua armonia e prevenire gran parte dei piccoli malanni , senza uso di fastidiose medicine ed eliminando quindi effetti collaterali. La spese è quasi la stessa dei farmaci ma sicuramente l'effetto è più piacevole.

----------------------------------------------------------------------------------------------------
Often I hear people around me: it hurts me here, I have a pain, I have to take that medication or do I go to show myself. In short I want to say that often we notice the presence of our body only when we have a problem: a pain, muscle contraction, joint that is not moving well ...
"Normally," we do not think, the body goes without saying, gets by with its resources and its intelligence and above all many believe to be something other than a set of body-mind-soul.
All these three aspects should be treated systematically with the prevention and a thorough care as are the means to be able to interact with the reality introrno to us. Otherwise we can only treat in times of need, but we run to suffering side effects, we spend time and money to cure the ills that we may not have. The famous triangle of health of applied kinesiology explains very well this principle: each side is one aspect, and when they are in harmony we have a perfect triangle with three equal sides (equilateral) whereas with the pre-eminence of one aspect rather than another it comes to create a discordant figure.
For example, how many of us are informed with respect to the functionality of our body in all its parts? How to keep it always trained and "lubricated" at best to have a good performance and above all to avoid suffering? For example, the sport is not only competition but above all care of their bodies, or best of our global system.
For those who make a slight motion or otherwise fails to maintain consistency over time and in the amount it comes to our aid the art of massage through which an external system creates movements which restore joy to the various body parts and in various modes: with special touches muscles, joints draining the lymphatic system that is its lubrication and also our share less dense with movements that affect the energies that run through our bodies more so-called "thin".

Make at least one massage a week or better two a month can help the global system to regain some of its harmony and prevent much of minor ailments, using annoying medicine and the consequent side effects. The cost is almost the same drug but the effect is definitely more enjoyable.

La mente umana



La mente umana è un fantastico strumento che può creare bellezza, conoscenza e benessere. Per fare ciò deve appunto essere, uno strumento in mano alla consapevolezza e non un padrone che ci governa come burattini.
Per accorgersi se la mente governa o è governata basta fare attenzione ai propri pensieri:siamo noi a decidere o arrivano "da soli" e senza sosta?
Ed inoltre i pensieri che riguardano il passato o il futuro generano solo sofferenza ed ansia e ci fanno perdere l'unico istante eterno che ha senso vivere pienamente e totalmente: qui e ora, l'adesso.
Quando "siamo nel presente" la mente smette in parte o totalmente di funzionare e la nostra consapevolezza diventa testimone della realtà: può essere un momento estatico e molto rilassante oppure un momento come tanti altri.
Inoltre non dobbiamo dimenticarci l'esistenza di un "sottofondo" molto potente che quasi sempre sfugge al nostro controllo: l'inconscio, ovvero una mente che governa i comportamenti cosiddetti "automatici" e le abitudini e che affonda le sue radici anche oltre la nostra stessa esistenza, sconfinando in un sapere comune dell'essere umano.
Proprio come un iceberg mostra solo la punta così la mente mostra solo la parte conscia ma al di sotto esiste la porzione più consistente e difficile da controllare.
--------------------------------------------------------------------------------The human mind is an amazing tool that can create beauty, knowledge and well-being. To do so must be precisely, a tool in the hands of consciousness and not a master who rules us like puppets.
To notice when the mind governs or has just ruled to pay attention to their thoughts: we decide or come "on their own" and on and on? And also thoughts about the past or the future only generate suffering and anxiety and make us lose the only eternal instant that it makes sense to fully and completely live: here and now, the right now.
When "we are in this" mind stops in part or in whole to function and our awareness becomes a witness of reality can be a very relaxing and ecstatic moment or a moment like so many others.
Also we must not forget the existence of a "substrate" very powerful that almost always out of our control: the unconscious, or a mind which governs the so-called behavior "automatic" and habits, and that has its roots beyond our very existence, trespassing in a knowledge of the human being common.
Just like an iceberg only shows the tip so the mind shows only the conscious but below there is the largest portion and difficult to control.

La storia dell'ignoranza


La storia dell'ignoranza si ripete ciclicamente. I primi cristiani furono perseguitati perché le istituzioni (Impero Romano) temevano un effetto destabilizzante dal fatto che chi si dichiarasse “il figlio di Dio” sostenesse che siamo tutti uguali e fratelli e che l'amore è la suprema spiritualità.
Giordano Bruno fu bruciato sul rogo dai Cristiani per la sua enorme intelligenza e le sue intuizioni della verità. Giovanna D'Arco lo stesso perché “le voci e le visioni” non potevano essre frutto di una spiccata sensibilità verso l'Ignoto , ma solo diaboliche menzogne di una strega...
Albert Einsten fu insultato dai suoi insegnanti a scuola che sottolinearono la sua inferiorità rispetto agli atri compagni.
Potrei continuare per pagine ma il succo è uno solo: l'ignoranza della massa contro l'intelligenza che è solo individuale.
L'intelligenza non è qualcosa di misurabile con stupidi test o la quantità di informazioni con cui una persona si riempe inutilmente la mente come un computer.
Io credo che una persona si possa dire intelligente per quanto riesce ad essere se stessa nel modo più naturale, attingendo con l'intuito ad un sapere immenso universale che è disponibile per noi esseri umani nella misura in cui affiniamo la nostra consapevolezza.
La consapevolezza esiste solo in assenza del pensiero compulsivo e delle emozioni che determina.
Anche oggi giorno in cui la cultura ufficiale prevede che ogni “bravo schiavo” sia aderente alla cultura imperante, chiunque provi ad esprimere se stesso , la sua profondità, il suo interessere con il Tutto e l'Esistenza e quindi la nascita di una nuova consapevolezza, non viene capito: perché nessuno pensa individualmente, con la sua mente libera, i suoi sensi, il suo cuore ; apponiamo etichette come ci hanno insegnato in modo meccanico in base alle credenze assimilate... cosa c'è di umano in questo? Dove è finita la consapevolezza? Dove è finita la compassione in ogni atto quando viene dal nostro cuore?
Tutti si ergono a giudici degli altri pensando di essere superiori, in una scala infinita che diventa una orrenda giostra colma di orribili sofferenze, per noi e tutti.
Userò un esempio basato sulla mia esperienza.
Io stò cercando di compiere questo viaggio a piccoli passi verso la mia comprensione attraverso pratiche di meditazione, di connessione con altre persone che stanno facendo lo stesso viaggio, tramite la condivisione delle proprie emozioni e difficoltà. 
Ho avuto una ispirazione da alcuni maestri che hanno fatto questo percorso ed ho cercato di comprendere portando a me stesso quella qualità di consapevolezza.
Alcuni di questi maestri sono Osho, Tich Nath Han, Eckhart Tolle, Ramana Maharshi, Mooji.
Ho conosciuto anche tante persone che hanno seguito e conosciuto personalmente questi Maestri ed ognuno di loro è per me importante.
Ho conosciuto anche persone che non seguivano alcun maestro e nessuna disciplina e tantomeno le religioni ufficiali ed una in particolare rappresenta per me il vero faro, il vero maestro a cui attingere per la mia crescita spirituale, in un bellissimo cammino conune che continuerà per sempre.
Non parlo di religioni o sette o cose del genere. Questi uomini sono come dei catalizzatori: la forza delle loro parole se pur solo parole riesce a farci fare qualche piccolo passo verso la consapevolezza e verso un progresso spirituale.
La loro energia , vibrante se vivi ed a noi vicini ma anche dopo lasciato il corpo riesce a smuovere i nostri cuori e le nostre emozioni facendo un altro passo... e mattoncino dopo mattoncino costruiamo la nostra e altrui salvezza verso la fine della sofferenza ed una nuova vita, un nuovo mondo che parte da noi stessi.
Non pretendo che nessuno capisca , approvi o ancora peggio segua i miei consigli ma mi aspetto almeno il rispetto verso ogni essere umano come io rispetto ogni essere vivente facente parte di questa meravigliosa esistenza. Io sono voi e voi siete me, Noi siamo Uno.
Alessandro Orlandi
–-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
The ignorance history repeats itself cyclically. The early Christians were persecuted because institutions (Roman Empire) feared a destabilizing effect that those who declared himself "the son of God" once said that we are all equal and brothers and that love is the supreme spirituality.
Giordano Bruno was burned at the stake by the Christians for his enormous intelligence and his insights of truth. Joan of Arc the same because "the voices and visions" could not essre result of a marked sensitivity towards the Unknown, but only evil lies of a witch ...
Albert Einstein was insulted by his teachers at school that emphasized its inferiority to the other companions.
I could go on for pages but the gist is the same: the ignorance of the mass against the intelligence that's just personal.
Intelligence is not something measurable with stupid tests or the amount of information by which a person is needlessly fills the mind as a computer.
I believe that a person can be said smart as able to be herself in the most natural way, drawing with the intuition of a universal knowledge immense that is available to us as human beings insofar as we refine our awareness.
Awareness exists only in the absence of compulsive thoughts and emotions that determines.
Even today, the day when the official culture provides that any "good slave" adheres to the dominant culture, anyone who tries to express himself, its depth, its inter-be with the Whole and the existence and thus the birth of a new consciousness , you do not understand why no one thinks individually, with his clear mind, his senses, his heart; we put on labels as we were taught mechanically based on similar beliefs ... what is human in this? Where is the knowledge? Where is the compassion in every act when it comes from our hearts?
All stand in judgment of others thinking they are superior, in an endless staircase that becomes a horrible carousel filled with horrible suffering, for us and all.
I'll use an example based on my experience
I'm trying to accomplish this journey in small steps towards my understanding through with meditation practices, connecting with others who are doing the same journey, by sharing their emotions and problems.
I had an inspiration from some teachers who have made this journey and I tried to understand myself bringing that quality of awareness.
Some of these teachers are Osho, Tich Nath Han, Eckhart Tolle, Ramana Maharshi, Mooji.
I also met many people who have followed and personally met these Masters and each of them is important to me.
I also met people who did not follow any master, and no discipline, much less official and one in particular religions is for me the true beacon, the real master to draw upon for my spiritual growth, in a beautiful way conune that will continue forever.
I do not speak of religions or sects or anything. These men are like catalysts: the power of their words even if only words can make us do some small step toward awareness and to spiritual progress.
Their energy, vibrant and if you live close to us but also after leaving the body unable to stir our hearts and our emotions making another step ... and brick by brick we build our and others' salvation to the end of suffering and a new life, a new world that part of ourselves.
I do not claim that no one understands, approves or worse still follow my advice but I expect at least respect for every human being as I respect every living being is part of this wonderful existence. I am you and you are me, We are One.
Alessandro Orlandi

Libreria della nuova umanità

  • FISH! di S.C.Lundin, Harry Paul e J. Christianses - Sperling & Kupfer Editori
  • Il Bar Celestiale di Tom Youngholm MANDALA Ed
  • Il libro di Mirdad di Mikail Naimy
  • Istruzioni di volo per aquile e polli di Anthony De Mello PIEMME POcket
  • La decima illuminazione di James Redfield MANDALE Ed
  • La Profezia di Celestino di James Redfield MANDALA ED.
  • La via del guerriero di pace di Dan Millman Edizioni IL PUNTO D'INCONTRO
  • Lettere dalla Kirghisia di Silvano Agosti
  • Tutta la bibliografia di Eckhart Tolle
  • Tutta la bibliografia di OSHO
  • Tutta la bibliografia di PAULO COELHO
  • Tutta la bibliografia di Thích Nhất Hạnh
  • Tutta la bigliografia di Ramana Maharshi
  • Una Sedia per l'anima di Gary Zukav MANDALA Ed.

Tramonto

Tramonto

Archivio blog

Informazioni personali

La mia foto
Genova, Liguria, Italy
Per ogni info non dubitate a contattarmi via mail