lunedì 16 settembre 2019

Il cambiamento

Ogni cambiamento verso un progresso parte da una nostra scelta. La prima scelta da fare è crearsi la libertà di dedicare tempo alla nostra crescita personale, in modo naturale e senza forzature.


martedì 6 agosto 2019

la bellezza sta negli occhi di chi guarda



La bellezza è negli occhi di chi guarda

Non è solo un detto o un proverbio ma contiene una grande verità. Ma che cos'è la verità se non un espressione soggettiva della propria mente? Come quello che chiamiamo realtà.
Appunto per questo motivo che la bellezza risiede in chi guarda e non nell'oggetto guardato proprio perché siamo noi a crearlo nel modo in cui lo vediamo.
Questo principio funziona molto bene con i social media come facebook, instagram, ecc ed anche la tv stessa, dove vengono veicolate determinate notizie, immagini, video e comunque “messaggi” che modificheranno la nostra percezione della realtà.
A quel punto la nostra realtà, la nostra verità in base a quanto ci saremo fatti influenzare da quei messaggi sarà negativa quanto negativi saranno stati i messaggi, oppure di paura, oppure di gioia e via così...
Tutti possiamo avere alti e bassi e vivere momenti di gioia, normalità ed anche momenti down in cui vediamo tutto negativo ma ciò che fa la differenza è se siamo consapevoli di questo oppure completamente o in parte inconsapevoli e quindi come la piuma al vento del film Forrest Gump seguiamo il destino che ci hanno imposto.
Se non siamo sempre consapevoli del nostro potere di creare la realtà intorno a noi possiamo essere vittime dei manipolatori sia reali che inconsistenti e quindi seguiremo quello che, come li chiama Vadim Zeland, i pendoli ci diranno di fare, dire, essere...
La nostra attenzione deve essere non solo per quanto riguarda i messaggi consci ma soprattutto per quelli che arrivano direttamente al nostro inconscio, dove operano meccanismi a noi ignoti ma che sono potentissimi perché sono stati impiantati nella nostra mente soprattutto quando eravamo bambini, nella fase dell'apprendimento e soprattutto nella fase in cui tutti quello che ci dicevano era per noi realtà assoluta, senza alcun filtro critico.
Ad esempio in questi giorni tutti stanno diventando ecologisti e si lanciano con sdegno contro ogni ente governativo che dovrebbe e doveva essere più attento agli incendi in Siberia.
Non sto dicendo che gli incendi non esistono ma se non fossero pubblicizzati continuamente, invece cosa esisterebbe e cosa no?
Se il tuo messaggio ed il tuo scopo è essere contro qualcosa la stessa risposta avrai, ovvero qualcuno contro di te e via così. Questo avviene anche a livello inconscio, quindi anche se il tuo messaggio potrebbe sembrare ad una prima analisi positivo se di fondo c'è un bisogno di attaccare qualcuno o l'odio o invidia per qualcun altro il risultato sarà ambivalente ma non positivo al 100%.
Non entro nel merito dei meccanismi e le motivazioni di questo perché sarebbe lungo ed inutile.
Facciamo più attenzione a quello che scriviamo, postiamo, sui social media
Facciamo più attenzione come re-agiamo rispondendo alle persone
Facciamo più attenzione ed usiamo più consapevolezza e ponderatezza e forse la nostra realtà comincerà a migliorare sempre di più.
E se ne accorgeranno anche gli altri, quindi come vedete vale per tutti, il tutto.

Alessandro Orlandi

venerdì 19 luglio 2019

Cosa ci è rimasto di vitale?




Cosa ci è rimasto di vitale nella nostra vita?

Da quando l’uomo (o come dicono giustamente i miei compagni di viaggio e amici Andrea e Alessandro di Project Escape : https://www.projectexcape.it/) , l’homo sapiens si è scollegato dalla natura di cui faceva a fa parte integrante è avvenuta una degradazione sempre più marcata sul focus ove l’uomo pone rilievo.
Mi spiego meglio: finito il contatto con la natura ed iniziata la vita di città nelle civiltà post-industriali le persone trovano ormai sfogo della loro naturalità quasi solo nelle relazioni quotidiane con le altre persone.
Ma come sono ormai diventate queste relazioni? Con chi interagiamo più spesso? Con quale modalità? E qual’è l’effetto di queste relazioni?
La nostra vita si svolge per l’80% o anche più al lavoro o a qualcosa ad esso collegato e sul posto si lavoro come sono le nostre relazioni?
A parte qualche rara eccezione quasi sempre ricopriamo ruoli, come anche nella vita ma sul lavoro in modo più marcato e questi ruoli sono maschere che ci mettiamo e togliamo e che fanno poco parte di noi stessi, della nostra vera natura , della nostra essenza più profonda.
A volte della nostra essenza non comunichiamo mai con nessuno, neppure con i nostri famigliari, le persone più care perché temiamo di scoprire le nostre parti più intime, più fragili ma allo stesso tempo più vere.
Tutto questo significa che non siamo quasi mai noi stessi, non sappiamo neppure chi siamo e neppure ce lo chiediamo e nessuno si sogna di vedere questo negli altri. Negli altri vediamo molto più facilmente i difetti e quello che non ci piace e non va bene all’establishment, e quindi diventa una vera farsa di ruoli in cui cambiamo incessantemente maschera.
Quando parliamo con gli altri spesso è per sfogare la frustrazione di questa situazione o di altre problematiche, gettando irrimediabilmente la nostra spazzatura nella mente dell’altro, che poi farà lo stesso con altre persone. Nessuno veramente ascolta con empatia o in modo attivo e consapevole e quindi s’innesca una vera a propria reazione a catena di spazzatura.
La nostra società è quindi un’immensa pattumiera, o una discarica? Sarebbe veramente esagerato dire questo ma pochi cercano di fare qualcosa di diverso per rimediare al disagio delle relazioni malate.
Gli accorgimenti sarebbero ad esempio il colloquio con se stessi in modo consapevole immersi nel silenzio, il contatto con la natura ed i suoi suoni naturali mentre sempre più spesso vedo persone che per sfogare questa inquietudine riversano il loro poco tempo libero in realtà virtuali come film, giochi elettronici, social network o riempono il vuoto di una sana relazione con gli altri con altre cose che non c’entrano nulla come lo shopping compulsivo, il cibo sia in un senso (mangiare troppo) che nell’altro con l’ortoressia, il sesso ( sia in un senso che nell’altro ed in mille modalità diverse anche grazie al massiccio bombardamento mediatico di internet).
Sul lavoro spesso le relazioni sono tossiche perché le aziende sono costruite su un concetto di massima competizione e ricerca del profitto ad ogni costo, mascherato da mission aziendale e valori sempre finti ed inventati per sviare le persone dal vero ed ultimo scopo.
Un ambiente totalmente competitivo dove la persona conta pochissimo ed il denaro è padrone non può determinare relazioni naturali fra le persone ed ognuno trova la sua maschera da indossare 8 ore delle 24 al giorno, senza contare che oggi anche fuori dall’orario di lavoro siamo subissati da comunicazione spazzatura via internet con i nostri fantastici e bellissimi telefonini (che ci fanno credere essere l’ oggetto di tecnologia che ci rende più facile la vita mentre in realtà si tratta del più grande inganno perpetuato dall’uomo a se stesso per renderlo schiavo e controllato h24 da chi decide come deve essere la nostra vita, cosa dobbiamo pensare, desiderare ecc ecc….).
Cosa ci è rimasto di vitale nella nostra vita? Quel poco tempo libero che spesso impieghiamo male perché stanchi o sviati da falsi scopi o falsi desideri. Oppure come dicevo prima usiamo il nostro tempo libero per soddisfare bisogni che non sono nostri ma ci sono stati inculcati dai media per reggere un mercato sempre più competitivo, una crescita infinita di consumi che ormai è diventata impossibile in quanto supera la risorse del nostro pianeta e lo sta compromettendo, rompendo l’armonia e l’equilibrio naturale.
Ci rimane davvero poco ed il tempo della nostra vita continua a andare avanti incessantemente senza che ce ne accorgiamo.


Since man (or as my traveling companions and friends Andrea and Alessandro of Project Escape: https://www.projectexcape.it/) correctly say, homo sapiens has become disconnected from the nature he was doing an integral part has increasingly deteriorated on the focus where the man places emphasis.
Let me explain better: once contact with nature is over and life in cities has begun in post-industrial civilizations, people find their naturalness almost exclusively in daily relationships with other people.
But how have these relationships become now? With whom do we interact more often? With what modality? And what is the effect of these relationships?
Our life takes place for 80% or even more at work or something connected to it and where do we work as our relationships are?
Apart from some rare exceptions, we almost always cover roles, as in life but on work in a more marked way, and these roles are masks that we put on and take off and that do little part of ourselves, of our true nature, of our deepest essence .
At times of our essence we never communicate with anyone, not even with our relatives, the dearest people because we fear to discover our most intimate parts, the most fragile but at the same time more true.
All this means that we are almost never ourselves, we do not even know who we are or even ask ourselves and no one dreams of seeing this in others. In others we see defects much more easily and what we do not like and is not good for the establishment, and therefore it becomes a real farce of roles in which we incessantly change the mask.
When we talk to others it is often to vent the frustration of this situation or other problems, irretrievably throwing our rubbish in the mind of the other, who then will do the same with other people. No one really listens empathetically or actively and consciously and therefore triggers a true and proper garbage chain reaction.
So is our society an immense dustbin or a dump? It would be really exaggerated to say this but few try to do something different to remedy the discomfort of sick relationships.
The precautions would be for example the conversation with oneself in a conscious way immersed in silence, the contact with nature and its natural sounds while more and more often I see people who, to vent this anxiety, pour their little free time into virtual reality as a film, electronic games, social networks or fill the void of a healthy relationship with others with other things that have nothing to do with compulsive shopping, food either in one way (overeating) or in the other with orthorexia, the sex (both in one sense and in another and in a thousand different ways also thanks to the massive media bombardment of the internet).
At work, relationships are often toxic because companies are built on a concept of maximum competition and pursuit of profit at all costs, disguised as a company mission and values ​​that are always fake and invented to divert people from the true and ultimate purpose.
A totally competitive environment where the person counts very little and the money is the master can not determine natural relationships between people and everyone finds his mask to wear 8 hours of the 24 a day, not to mention that today even outside working hours we are overwhelmed from junk communication via the internet with our fantastic and beautiful mobile phones (which make us believe to be the object of technology that makes our life easier while in reality it is the greatest deception perpetuated by man to himself to make him a slave and controlled h24 by those who decide how our life should be, what we need to think, to desire, etc. etc.).
What is left of vitality in our lives? That little free time that we often misuse because tired or misled by false aims or false desires. Or as I said before we use our free time to satisfy needs that are not ours but we have been inculcated by the media to support an increasingly competitive market, an infinite growth of consumption that has now become impossible as it exceeds the resources of our planet and it is compromising it, breaking harmony and natural balance.
We have very little left and the time of our life continues to go on incessantly without our realizing it.

martedì 16 luglio 2019

Metodo Ben-essere: come?


Psicomagia intuitiva

Sono mesi che penso a questa cosa e poi ieri sera mentre lavavo i piatti, con la testa sgombra e dopo una bella serata mi è arrivata un'intuizione. Questo video è il risultato. Il pubblicarlo fa parte integrante della psicomagia.  Grazie, un abbraccio ai miei genitori Amilcare Enrico ed Adriana.


sabato 8 giugno 2019

I principi della missione di vita individuale e comune

Ogni viaggio inizia con il primo passo. Se il viaggio fosse la nostra mission e la mission comune, cosa mettiamo in valigia?






mercoledì 5 giugno 2019

Perchè siamo schiavi di noi stessi



Perché gli uomini sono schiavi di se stessi


L’essere umano in quanto individualità ed in quanto società rimane in uno stato di schiavitù per le seguenti ragioni:

1) MANCANZA DI LIBERTA’: gli individui non sono liberi in quanto questa società non vuole che lo siano, non vuole persone sagge, in quanto si ribellerebbero ad una vita senza senso. Una vita dedicata all’accumulo di denaro per altre persone: siamo costretti a lavorare (spesso facendo un’attività che mal sopportiamo o addirittura odiamo) per tantissime ore al giorno e per tutto il tempo della nostra vita. Ci viene concesso il tempo delle “cosiddette ferie” quando DOBBIAMO per forza divertirci, spendendo denaro in viaggi ed altre attività ludiche. Se ogni persona si dedicasse all’attività più consona alle sue attitudini, preferenze, passioni e talenti il lavoro non esisterebbe, ma sarebbe puro divertimento… tutti lo farebbero per quante ore vogliono senza limite alcuno e producendo molto di più e con molta più QUALITA’.
La libertà è un lusso che crediamo di non poterci permettere perché ci hanno imposto una vita che non abbiamo pianificato noi ma la NOSTRA FAMIGLIA e la NOSTRA SOCIETA’ , due entità che ci proteggono, ma, allo stesso tempo, ci opprimono in quanto nessuno coglie gli aspetti più profondi della parte negativa, soprattutto, quando si tratta della famiglia.
Questa entità contiene i germi delle nostre debolezze e quelli dei nostri avi che ci sono state tramandate e che noi tramanderemo ai nostri figli, inconsciamente, ma lo faremo se non saremo in grado di guarire dai traumi e dai blocchi che ci sono stati nel nostro albero genealogico.
Nasciamo per studiare quello che ci dicono, fare il lavoro che ci dicono, sposarci, fare dei figli e poi andare in pensione per tenere i figli dei nostri figli e passare qualche anno prima che le malattie psicosomatiche da noi stessi generate prendano il sopravvento su di noi per renderci la parte migliore della nostra vita, ovvero la maturità, un vero inferno per noi ed i nostri cari.
Dobbiamo essere schiavi per essere sfruttati, dobbiamo essere figli, padri, cittadini, lavoratori e consumatori; dobbiamo essere robot, schiavi di una vita meccanica dove la nostra consapevolezza viene annullata, dove non possiamo ribellarci altrimenti tutti ci additerebbero come pericolosi, perché la saggezza ci renderebbe liberi e quindi nessuna società, religione, stato o altro organismo imposto vuole la saggezza. E questo porta al secondo punto, secondo ma non in ordine di importanza:

2) MANCANZA DI CONSAPEVOLEZZA
Solo l’evoluzione personale della consapevolezza può darci lo slancio per uscire dalla schiavitù, ma DIPENDE SOLO DA NOI, da quanto tempo dedichiamo all’auto formazione, alla meditazione, alle attività che creano coscienza di se stessi, alle attività che creano benessere per noi e per gli altri.
La consapevolezza non è il pensiero, ma è la sua evoluzione: un’essenza dinamica fuori dal tempo e che sta sopra al processo del pensiero compulsivo formato dalle mille corazze e maschere della nostra personalità: una falsa individualità impostaci dal cosiddetto famoso ego: la miriade di immagini di noi impostaci dagli altri in modo subdolo da quando nasciamo.
Quando dimoriamo nel Sé, questa immagine è debole e quindi riusciamo ad essere noi stessi, e, perlomeno, a controllare l’ego e ad usarlo, non il contrario.

3) MANCANZA DI NATURALEZZA. Abbiamo perso il contatto con la natura e ciò che ci contiene. Non ci rendiamo più conto di essere un tassello di un incredibile mosaico che funziona dinamicamente in modo armonico. Ogni qualvolta che non siamo naturali creiamo un effetto uguale e contrario che si riflette su di noi in modo negativo, come un potenziale superfluo creato per ristabilire armonia dove noi stessi abbiamo creato solo caos.
L’uomo moderno è sostanzialmente creatore di caos: possiamo valutare, guardando con gli occhi del bambino, cosa stiamo facendo alla nostra casa Madre Terra, a noi stessi ed ai nostri vicini.
Tornando ad una vita naturale, ma allo stesso tempo con l’uso di una tecnologia sostenibile, l’uomo potrebbe invece trasformare la società in un luogo di benessere per tutti.

Why men are slaves of themselves


The human being as individuality and as a society remains in a state of slavery for the following reasons:

1) LACK OF FREEDOM: individuals are not free because this society does not want them to be, does not want wise people, as they would rebel against a meaningless life. A life dedicated to the accumulation of money for other people: we are forced to work (often doing an activity that we don't like or even hate) for many hours a day and for the whole time of our lives. We are allowed the time of the "so-called holidays" when we MUST have fun, spending money on trips and other recreational activities. If every person devoted himself to the activity most suited to his attitudes, preferences, passions and talents, work would not exist, but it would be pure fun ... everyone would do it for as many hours as they want without any limit and producing much more and with much more QUALITY. .
Freedom is a luxury that we believe we cannot afford because they have imposed on us a life that we have not planned but OUR FAMILY and OUR SOCIETY, two entities that protect us but, at the same time, oppress us as no one catches us the deeper aspects of the negative part, above all, when it comes to the family.
This entity contains the germs of our weaknesses and those of our ancestors that have been handed down to us and that we will pass on to our children, unconsciously, but we will do it if we are not able to recover from the traumas and blocks that have been in our tree Pedigree.
We are born to study what they tell us, do the work they tell us, get married, have children and then retire to keep our children's children and spend a few years before the psychosomatic illnesses we generate take over us to make ourselves the best part of our life, or maturity, a real hell for us and our loved ones.
We must be slaves to be exploited, we must be children, fathers, citizens, workers and consumers; we must be robots, slaves of a mechanical life where our awareness is nullified, where we cannot rebel otherwise everyone would point us as dangerous, because wisdom would make us free and therefore no society, religion, state or other imposed organism wants wisdom. And this leads to the second point, second but not in order of importance:

2) LACK OF AWARENESS
Only the personal evolution of awareness can give us the impetus to get out of slavery, but ONLY DEPENDS ON US, how long have we dedicated to self-training, meditation, activities that create self-awareness, activities that create well-being for us and for others.
Awareness is not thought, but its evolution: a dynamic essence out of time and that is above the process of compulsive thinking formed by the thousand armor and masks of our personality: a false individuality imposed on us by the so-called famous ego: the myriad of images of us imposed on us by others in a subtle way since we were born.
When we abide in the Self, this image is weak and therefore we manage to be ourselves, and at least to control the ego and use it, not the other way around.

3) LACK OF NATURALNESS. We have lost touch with nature and what contains us. We no longer realize we are a piece of an incredible mosaic that works dynamically in a harmonious way. Whenever we are not natural we create an equal and opposite effect that reflects on us in a negative way, as a superfluous potential created to restore harmony where we ourselves have created only chaos.
Modern man is basically a creator of chaos: by looking with the eyes of the child, we can evaluate what we are doing to our Mother Earth home, to ourselves and to our neighbors.
Returning to a natural life, but at the same time with the use of sustainable technology, man could instead turn society into a place of well-being for all.

mercoledì 22 maggio 2019

Il mio metodo ben-essere

Il ben-essere personale nasce semplicemente da noi stessi e sappiamo già come fare, dobbiamo solo ricordarcelo. Ci sono vari metodi ma essenzialmente è necessario ricordare come mantenere un’armonia fra i tre lati della salute: la struttura, la mente e la chimica.  Il massaggio lavora profondamente sia sulla struttura che sulla parte emotiva della mente, se a questo aggiungiamo una dieta bilanciata ed esercizi specifici da eseguire ogni giorno compiamo un primo grande passo verso il nostro benessere. La mente ha un immenso potere e possiamo esercitarlo con la nostra determinazione dopo aver preso consapevolezza che siamo noi a creare la nostra realtà, così com’è. 



mercoledì 17 aprile 2019

Analfabetismo digitale e pendoli

L'immersione nel digitale oltre a causare una sorta di ignoranza di ritorno produce effetti energetici negativi. I cosiddetti pendoli, che sono spesso notizie negative si nutrono delle nostre energie rubando tempo prezioso alla nostra vita.

lunedì 25 marzo 2019

Comunicazione efficace

Per essere efficaci occorre principalmente trasmettere integrità fra il messaggio e noi stessi, i nostri pensieri, le nostre credenze ed emozioni.


venerdì 22 marzo 2019

L' enneagramma per conoscere se stessi e gli altri

Un metodo affascinante e divertente che ci porta a viaggiare fra le nove basi psicologiche, in modo da capire meglio se stessi, gli altri ed alcuni automatismi inconsci del nostro comportamento.


lunedì 11 marzo 2019

Progetto talenti: 1) la precisione

Introduzione a "Progetto Talenti" da Enneagramma In Corso di Angela Verardo e Alessandro Orlandi. Mettere in pratica i talenti con un allenamento quotidiano potrebbe trasformarsi in un'abitudine: una buona abitudine. Iniziamo dal talento della base 1: la precisione.


venerdì 8 marzo 2019

Errori nella comunicazione

Non si può non comunicare, come dice il primo assioma della comunicazione ed alcune informazioni su errori che tutti possiamo fare ogni giorno, possono aiutarci.


Non si può non comunicare

Perché è importante la comunicazione. Siamo esseri sociali. Capire i meccanismi significa essere più efficaci ed evitare fraintendimenti.


lunedì 4 marzo 2019

viaggio al centro essenziale e ritorno

Alcune considerazioni riguardo al viaggio che ognuno di noi intraprende verso il proprio centro essenziale. Con divido alcune esperienze ed intuizioni per mia e vostra utilità. Buon viaggio a tutti.

lunedì 11 febbraio 2019

Auto formazione e priorità

Quanto è importante continuare ad imparare e come farlo nella maniera migliore? L'importanza dell'auto formazione, le sue fonti e come trovare il tempo e gestire le priorità.


lunedì 17 dicembre 2018

La mente influenza la nostra salute

La mente influenza la nostra salute molto più di quanto crediamo. Un esempio è l’effetto placebo/nocebo. Alcune pubblicità  sfruttano solo i lati negativi ma a quanto pare funziona di più il contrario...



mercoledì 28 novembre 2018

Nutri il lupo giusto

Una antica parabola Cherokee ci indica come nutrire dentro di noi la parte che ci farà crescere positivamente . Tutto questo, trasportato ai giorni nostri, dovrebbe farci riflettere su quanto negativamente i social media e la tv possano influenzare noi ed il nostro ambiente.


lunedì 5 novembre 2018

Creazione di noi stessi: un nuovo Big Bang


Genova , 5 novembre 2018

Che meraviglia questa vita! Ma non vedete?
Aprite gli occhi e guardate, cercate di vedere in profondo: i colori e la luce sono infiniti le curve e le linee sono infinite ed ogni forma è meravigliosamente omogenea con il tutto e con tutto ciò che esiste e non esiste, potete creare infiniti colori inesistenti mischiando la vostra mente ai colori stessi.
Concentratevi su tutti i suoni esterni e interni e lasciateli fluire fino nell'abisso della vostra anima: quale refrigerio, quale meravigliosa sensazione farsi cullare dai suoni della vita!
E poi odorate con tutto il fiato che avete e sentite quanti odori, soffiate bene il naso e svuotatelo dai residui di smog e poi sentite quali fragranze e fantastiche puzze coloreranno i vostri sensi!
Toccate con la mani , con il corpo, con il pensiero e fin con l'anima ogni cosa per sentirne i contorni, la morbidezza, la durezza, il caldo e il freddo e fino le vibrazioni degli atomi e l'energia che li compone!
Godetevi questa grande gioia d'introspezione nel far entrare dentro di voi l'universo ed entrate voi stessi nel vortice dello spazio-tempo inesistente,ma godetevelo lo stesso senza ritegno e senza paura, senza nessun pregiudizio e senza pensieri, soprattutto senza pensieri degli altri ma solo i vostri , solo il vostro essere naturali, liberi, consapevoli quieora: essere umani!
Che meraviglia!
Iniziate a danzare, correre, nuotare, meditare, camminare, scrivere o qualsiasi altra azione che esprima voi stessi nella pienezza di solo voi stessi , integri e vuoti come mai siete stati, urlate al cielo poesie inventate, canzoni folli e senza senso ma che escono dal vostro cuore e non copiate da altri solo per vendere dischi, sfogliate nella vostra memoria solo ciò che di folle avete fatto e vi ha fatto essere veri e gioiosi anche se fosse una cosa sola nel passato di quando eravate bambini.
Voi siete ancora quel bambino e lo sarete per sempre, siete un atomo di energia e Dio stesso padre dell'universo, il nulla ed il tutto contemporaneamente , tutti i tempi che ci sono stati , ci sono e ci saranno in un solo istante : adesso, per sempre, eterni.
Volate nel cielo e superate l'atmosfera fino a sfrecciare di fianco alle più belle e grandi stelle che solo potete immaginare, perché potete immaginare e creare molto di più di quello che pensate di sapere, molto di più, siete molto di più e sempre di più sfrecciate fino a fondervi con la velocità estrema dove il tempo e lo spazio si annullano e solo la particella iniziale di questo universo è davanti a voi per esplodere ed ri-iniziare la sua espansione: clic: booommmmmmmmmm
Che meraviglia!
Alessandro Orlandi
–---------------------------------------------------------------------------------------------------------------
How wonderful this life! But do not you see?
Open your eyes and look, try to see deep: the colors and the light are infinite curves and the lines are endless and each form is wonderfully homogeneous with the whole and with all that exists and does not exist, you can create infinite non-existent colors mixing your mind to the colors themselves.
Focus on all the external and internal sounds and let them flow into the abyss of your soul: what a refreshing sensation, what a wonderful sensation to be lulled by the sounds of life!
And then smell with all the breath you have and feel how many smells, blow your nose well and empty it from the residues of smog and then feel what fragrances and fantastic smells will color your senses!
Touch with your hands, with your body, with your thought and with your soul all things to feel its contours, the softness, the hardness, the heat and the cold and up to the vibrations of the atoms and the energy that composes them!
Enjoy this great joy of introspection in letting the universe enter into you and you enter yourself into the vortex of inexistent space-time, but enjoy it the same without restraint and without fear, without any prejudice and without thoughts, especially without thoughts of others but only yours, only your being natural, free, aware of quieora: being human!
Wonderful!
Start dancing, running, swimming, meditating, walking, writing or any other action that expresses yourselves in the fullness of only yourselves, intact and empty as you have ever been, cry out in the sky invented poems, crazy and senseless songs that come out from your heart and do not copy from others just to sell records, browse in your memory only what you have done crazy and made you be true and joyful even if it was one thing in the past when you were children.
You are still that child and you will be forever, you are an atom of energy and God himself the father of the universe, nothingness and everything at the same time, all the times that there were, there are and there will be in a single moment: now, forever, eternal.
Fly in the sky and overcome the atmosphere until you dart alongside the most beautiful and great stars that you can only imagine, because you can imagine and create much more than you think you know, much more, you are much more and always the more you speed through to merge with extreme speed where time and space cancel and only the initial particle of this universe is before you to explode and re-start its expansion: click: booommmmmmmmmm
Wonderful!

Alessandro Orland

domenica 28 ottobre 2018

Analfabeti digitali

Un inquietante fenomeno che si sta diffondendo rischia di renderci schiavi della tecnologia che dovrebbe invece aiutarci...
come potete vedere alcuni esperti ne parlano in questo video su vimeo:
https://vimeo.com/295333263

nel mio video alcune considerazioni a riguardo:



venerdì 19 ottobre 2018

priorità numero uno

At this moment we can not abandon our mother earth. It would be like running from one room to another in our house during a fire without doing anything. It becomes the number one priority because we talk about survival. And it depends on our awareness and the actions that will result from it.
-----------------------
n questo momento non possiamo abbandonare la nostra madre terra. Sarebbe come fuggire da una stanza all'altra della nostra casa durante un incendio senza fare nulla. Diventa la priorità numero uno poiché parliamo di sopravvivenza. E dipende dalla nostra consapevolezza e dalle azioni che ne scaturiranno.


domenica 7 ottobre 2018

Un richiamo di soccorso da Madre Natura

Vi chiedo con il cuore in mano ,due minuti per diventare consapevoli del nostro destino comune che dipende dalle nostre scelte di tutti i giorni . Grazie
———————————————
I ask you with my heart, two minutes to become aware of our common destiny that depends on our everyday choices. Thank you


giovedì 27 settembre 2018

Essere chi sei: la nostra mission

Essere o desiderare? Attrazione o risonanza ? Alcune considerazioni sul l’indagine personale e sulla mission . 


BeThePeace: sii la pace 21 settembre 2018

Giornata internazionale della pace: alcune considerazioni 🙏🏻❤️  - 21 settembre 2018



Hey tu! Sai dove vuoi andare?

gni viaggio inizia con il primo passo. Il viaggio verso la realizzazione di se stessi può iniziare solo dalla consapevolezza di chi sei , dove sei e dove vuoi arrivare. 


A breve una nuova community

Stay tuned: Angela e Alessandro stanno preparando una novità ..... una breve presentazione della nuova Community prossimamente su FB 


Tornare bambini

Tornare bambini ci fa assaporare il presente come fosse la prima volta . Hakuna Matata: Senza pensieri. 


lunedì 27 agosto 2018

Genitori e figli: ieri e oggi

Una carrellata di situazioni nei rapporti genitori e figli,  in chiave comica: ieri e oggi... qual è meglio? A voi l'ardua sentenza... :-)


sabato 18 agosto 2018

La mancanza dello spirito


Genova 18 agosto 2018 ore 12
Quella mancanza di centratura, la distrazione, la malinconia, la tristezza, la depressione per fare un breve elenco di quelle disfunzioni che affliggono le persone di tanto in tanto, hanno una sola causa secondo me.
Non siamo solo esseri fatti di corpo e mente ma c'è qualcosa di più, intrinsecamente unito in senso orizzontale e verticale a tutto ciò che esiste nello spazio e nel tempo nell'Uno eterno.
Quando ci allontaniamo in qualche modo dallo spirito nascono i sintomi prima descritti perché sentiamo la mancanza del conforto dell'essere parte di un piano universale.
Ci sentiamo ovviamente dispersi in un mondo in cui la forza è padrona della compassione, il denaro è più importante del benessere, la competizione è la regola anziché la collaborazione e la solitudine diventa grande quanto l'universo, ci sentiamo da soli di fronte a forze insormontabili, senza avere conforto o alcuna soluzione.
Semplicemente tutte queste sensazioni, emozioni, che sono vere e tangibili ed in alcuni casi portano anche a gesti estremi in realtà sono illusioni, non esistono: esiste solo quel parziale distacco temporaneo tra noi e lo spirito.
Basterebbe qualche respiro profondo o guardare la bellezza della natura cercandone il contatto, abbracciare una persona cara o anche uno sconosciuto, insomma rientrare nell'uno.
La cura per ogni male è l'armonia, perché siamo fatti di Yin e Yang e non può esistere il bene senza il suo opposto il male, l'alto senza il basso, la luce senza l'oscurità ed è necessario accettarlo arrendendosi senza condizioni.
Con questo tipo di visione le faccende quotidiane assumono un'importanza più “leggera” anche se per noi sono rilevanti ma sappiamo nella parte più profonda di noi che il piano di Dio non può essere la nostra sofferenza, ci sta solo avvisando con eventi e visioni di quale dovrebbe essere la nostra direzione, dove dobbiamo portare le nostre più profonde intenzioni.

venerdì 27 luglio 2018

risorse umane nelle aziende: costo od opportunità?

Le risorse umane in un’azienda, specialmente nella grande distribuzione organizzata Le risorse umane in un’azienda, specialmente nella grande distribuzione organizzata dovrebbero essere gestite e motivate al modo di dare un migliore servizio al cliente. E’ qui che si gioca la partita più importante poiché il prezzo e la presenza del prodotto sullo scaffale per il cliente sono un dato di fatto, dunque si rivolge altrove. Per avere un buon risultato è necessario lavorare sulla formazione e la motivazione , mentre spostare le risorse da un reparto all’altro a seconda del bisogno danno una cattiva immagine al cliente e fanno innervosire e stressare i collaboratori. dovrebbero essere gestite e motivate in modo di dare un migliore servizio al cliente. E’ qui che si gioca la partita più importante poiché il prezzo e la presenza del prodotto sullo scaffale per il cliente sono un dato di fatto, dunque si rivolge altrove. Per avere un buon risultato è necessario lavorare sulla formazione e la motivazione , mentre spostare le risorse da un reparto all’altro a seconda del bisogno danno una cattiva immagine al cliente e fanno innervosire e stressare i collaboratori.


lunedì 23 luglio 2018

Ispirazione: cose semplici per facilitarla

Prima di tutto voglio svelare un segreto: tutti i video che pubblico non sono preparati bensì improvvisati, non faccio prove, non taglio quasi mai gli errori ( a volte si ovviamente) ecc ecc... E voi penserete, chissenefrega? Per arrivare al dunque cerco di attingere alla mia ispirazione personale traendo intuizioni dentro e fuori di me. Anche di questo parlo in questo video: Buona visione!


mercoledì 11 luglio 2018

Customer Satisfaction

Strategia aziendale 3: alcuni spunti su come creare la customer satisfaction. ( la Mucca è viola e non rosa come detto nel filmato , ho sbagliato colore 😀). Per altri filmati seguimi su: https://www.youtube.com/user/Cipi900


lunedì 9 luglio 2018

Automatismi e Consapevolezza

Nel "sogno" della nostra vita che è legato indissolubilmente al "Sogno del Pianeta" come dice Ruiz Jr. , hanno importanza fondamentale la presa di consapevolezza di alcune dinamiche come l'addomesticamento, l'identificazione, gli automatismi e l'uso delle maschere "sociali". Se capiamo come funziona tutto questo compiamo già un piccolo passo verso il riconoscimento del nostre vero Se.  La pratica poi tramite l'esperienza vera e propria diventa il campo dove applicare quanto appreso, nella vita di tutti i giorni.


venerdì 29 giugno 2018

il mondo fuori e il mondo dentro


Il mondo fuori e il mondo dentro 29 giugno 2018

Sono tanti giorni che non faccio video, neppure oggi, niente video, anche perché ho gli occhi gonfi e un po’ rossi come qualcuno che ha appena pianto.
in un momento di grande tristezza, di delusione emotiva ed una leggera depressione, le mie energie si spengono di giorno in giorno e la mia vena creativa è completamente spenta.
Se pur vedo intorno a me tante cose belle che fanno parte della vita e sono cosciente che si tratta solo di un momento che, come ogni momento e fase della vita, passerà e mi insegnerà qualcosa comunque. Vedo il sole il vento la luna la pioggia gli alberi i sorrisi il mare le montagne e mille altre cose bellissime dentro e fuori di me che significano gioia e vita e ne sono consapevole.
Vedo purtroppo anche tante persone che sembrano non vedere nulla di tutto questo ed aspettano sempre qualcosa di diverso che non sanno cosa sia, per essere felici o solo per “iniziare a vivere”. Ma non ci sono condizioni per vivere o essere felici , devi solo farlo o esserlo!
Vedo tante persone che hanno bisogni che per me sono senza senso: il bisogno di avere sempre ragione, il bisogno di essere potenti e comandare gli altri facendoli soffrire, il bisogno di avere e accumulare soldi e beni materiali spesso inutili facendo soffrire metà del pianeta che è li a costruirli tra mille veri problemi, il bisogno di avere un lavoro di prestigio anche se questo lavoro significa averlo rubato a qualcuno più competente, il bisogno di… forse più che bisogno a volte sembra più un desiderio , ma non scordiamoci che le nostre intenzioni mettono in moto l’universo perché accada quello che veramente crediamo.
Esiste un mondo dentro di bisogni, desideri, pensieri e intenzioni che poi divengono azioni e si trasmutano nel mondo esterno, quindi esiste veramente questa distanza tra interno ed esterno o è solo l’osservatore a crearla?
Comunque sia io ora vedo molto sofferenza dentro di me e sono molto triste.
Non mi vergogno a dirlo, sono un essere umano come tanti, unico ed allo stesso tempo uguale ed unito a tutto e tutti.
Anzi preferisco condividere che reprimere, è sicuramente più salutare perché questa forma di espressione diventa lo sfogo esterno che fa uscire i qualche modo il negativo.
Non ne abbiate a male o voi che lo leggete e scusatemi se riverso su voi la mia sofferenza.
Vi ringrazio e vi abbraccio tutti con immenso amore.
Che la gioia, l’amore, la compassione, l’energia positiva sia sempre con voi e non vi lasci mai!
Grazie
Alessandro Orlandi

giovedì 21 giugno 2018

L'origine delle malattie

Ho parlato spesso di guarigione tramite il triangolo della salute. Ma da dove arrivano le malattie? L'essere umano è una macchina  biologica perfetta con milioni di anni di evoluzione...Questa è una bella domanda ma la risposta completa forse non l'abbiamo ancora trovata.


venerdì 8 giugno 2018

Motivazione: cosa e come funziona

La motivazione è la benzina della nostra macchina, più ne abbiamo e più andiamo lontano. E' necessario sapere come funziona ed adattarla ad ogni persona poichè non siamo tutti uguali...


giovedì 7 giugno 2018

Maestro e allievo

Un vero maestro non crea allievi  e tantomeno adepti, ma crea nuovi maestri. L'arte marziale si chiama arte proprio perchè una volta compreso le tecniche ed averle assimilate ci devo mettere qualcosa di personalizzato appunto per creare un'arte. Questo vale anche a livello spirituale: i veri maestri non cercano allievi ma creano altri maestri, cioè ti indicano la strada dove trovare te stesso e la tua via.


martedì 5 giugno 2018

Motivazione personalizzata

Per motivare una squadra è necessario tener conto dei valori e talenti che ognuno esprime ed anche di quale “tipo psicologico”. Se ognuno è motivato a fare al massimo il ruolo che sente più suo il raggiungimento degli obiettivi è più semplice ed immediato.


lunedì 4 giugno 2018

Business e risorse

In questo video vi ricordo l’importante appuntamento con il medmob nella giornata internazionale della pace ogni 21 settembre e pongo alcune riflessioni sulla gestione di importanti risorse da parte del business delle lobby a livello mondiale .


Alimentazione

Un tema “caldo” in quanto riguarda noi stessi come persone , dal punto di vista etico per la vita di altri esseri senzienti , dal punto di vista salutistico ed anche per la sostenibilità nel pianeta.

venerdì 1 giugno 2018

Tutto subito e sempre di più

La ricerca spasmodica di nuovi confini per il consumo infinito per una crescita che è solo economica a cosa può portare ? L’esistenza ha un suo equilibrio e quando pretendiamo tutto e subito qualcuno paga questa pretesa , riflettiamoci . I nostri bisogni , i nostri valori cerchiamoli dentro noi stessi e non chiediamo ad altri...

giovedì 31 maggio 2018

Comunicazione in rete

Una comunicazione autentica è sempre una comunicazione circolare dove le persone dialogano in uno scambio di opinioni o di informazioni. In rete questo spesso non avviene e si tratta di una comunicazione un po' più limitata. Come poter rimediare? seppure con qualche limite, la diretta potrebbe essere un modo per permettere alle persone di interagire realmente.  Vi piace l'idea? Fateci sapere se vi piace e segnalate gli argomenti di vostro interesse, così organizziamo Grazie 🙏


lunedì 28 maggio 2018

Date feed back!

Dare feed back è estremamente importante . Siamo esseri sociali e quindi una parola in più o in meno può essere fondamentale per motivarci in positivo e per imparare in negativo. Date feed back! Non risparmiatevi! La vita è anche abbondanza .

Benessere e crescita personale

Ricordiamo di dedicare del tempo in modo sistematico alla nostra crescita personale , nel modo che riteniamo più consono a noi stessi.


venerdì 18 maggio 2018

giovedì 17 maggio 2018

Evoluzione

L’evoluzione della vita sulla terra . L’evoluzione dell’essere umano. Una nuova prospettiva per fare un salto quantico.


martedì 15 maggio 2018

Il teatrino della vita

A volte ci sembra di vivere in un teatrino e forse è proprio così . Ma non basta esserne consapevole pur essendo un primo passo . Poi è necessario lavorare sulla mission di vita.


I 5 riti tibetani

Un metodo semplice per curare la propria salute in prevenzione , dedicando pochi minuti al giorno a questi esercizi .


domenica 13 maggio 2018

L'essenza femminile

Auguri a Madre Terra, all’essenza femminile dentro tutti noi; l’essenza creatrice , la pace e l’armonia con la bellezza del femminile.


Trasformazione

Vedo la trasformazione intorno a me, ma vedo spesso anche la fuga. La trasformazione è un processo di evoluzione che come tutti i processi va accolto e lasciato maturare con amore e pazienza. (Angela Verardo). L’accettazione è l’ingrediente segreto.


venerdì 11 maggio 2018

qualcosa di cui parlare più spesso: il sesso

Alcuni argomenti importanti della nostra vita rimangono in sordina o vengono affrontati in modo formale , o “per scherzo”. Ritengo invece che sentirsi liberi di parlare di sesso in modo naturale aiuti a togliere quell alone creato su questo argomento dai nostri condizionamenti.


un libro da leggere


È la prima volta che consiglio un libro, vorrei veramente che la gioia e la comprensione arrivasse anche a voi .
Quando leggo un libro che credo sia unico e fondamentale , vorrei condividere con tutti questa gioia e questo sapere . Vi consiglio vivamente di leggerlo /i

Miracoli e aspettative?

Riuscite a vedere i piccoli miracoli nella vostra quotidianità? Riuscite a gioirne senza caricarli di aspettative? Accogliere gioire e lasciar andare è il segreto per farne frutto. (Angela Verardo)


domenica 6 maggio 2018

cambia il mondo: comincia da te stesso

Due semplici principi in sostituzione di altri “obsoleti” possono salvare il mondo, con la logica semplicità del vero che possiamo intuire dentro di noi. 
—————
Two simple principles in place of others "obsolete" can save the world, with the logical simplicity of truth that we can sense within ourselves.


venerdì 4 maggio 2018

basta con le frasi degli altri

Basta con le frasi e le foto dei maestri illuminati . Loro vi direbbero di svegliarvi , aprire gli occhi e pensare con la vostra testa. Dovete inalzare la vostra consapevolezza ! Parlate dal vostro cuore! Preferirei vedere qui una vostra foto con una vostra frase.
----------------------
Enough with the sentences and photos of the illuminated masters. They would tell you to wake up, open your eyes and think with your head. You must raise your awareness! Speak from your heart! I'd rather see your picture here with your own phrase.
 
 

mercoledì 25 aprile 2018

Amore energia e vibrazione

Un messaggio di pace ed Unione per capire che la separazione è un’illusione. Tutte le espressioni umane di pensiero sono scelte personali ma anche esperienza del divino che ci unisce in un’unità amorevole
----------------------------------------------------
A message of peace and union to understand that separation is an illusion. All human expressions of thought are personal choices but also an experience of the divine that unites us in a loving unity


giovedì 19 aprile 2018

Virtuale: fuga dalla realtà?

Alcune considerazioni sulla cosiddetta realtà virtuale: siamo noi ad usarla o il contrario? L'intrattenimento della nostra infanzia era molto diverso e comunque tutte le ore ad osservare i contenuti più o meno utili dei social network sono di fatto una fuga da noi stessi.
---------------------------------
Some considerations on the so-called virtual reality: are we using it or the opposite? The entertainment of our childhood was very different and anyway all the hours to observe the more or less useful contents of social networks are in fact an escape from ourselves.

mercoledì 18 aprile 2018

Ego, consapevolezza e coscienza collettiva

Le dinamiche dell’ego segnano il nostro cammino cominciando dal punto in cui ci riconosciamo come “io” e vediamo fuori “gli altri”. Di solito ,Nella terza parte della nostra vita , indicativamente dopo i 40/50 anni il processo si inverte e dovremmo sentire una spinta ad immedesimarci con il tutto di cui facciamo parte. In questo caso l’ego perde via via valore e cresce la consapevolezza .
---------------------------------------------------------------------------------------------------------
The dynamics of the ego mark our path starting from the point where we recognize ourselves as "I" and see "others" outside. Usually, in the third part of our life, indicatively after 40/50 years, the process is reversed and we should feel the urge to identify ourselves with the whole of which we are a part. In this case the ego gradually loses value and awareness increases.


venerdì 13 aprile 2018

giovedì 12 aprile 2018

martedì 10 aprile 2018

Valore e prezzo : due concetti molto diversi

La differenza fra i concetti di prezzo e valore e altre considerazioni. La vera rivoluzione inizia da noi stessi, il cambiamento verso il benessere ed una società basata sui veri valori.


lunedì 9 aprile 2018

Messaggi connesioni e sincronicità

Restando consapevoli riusciamo a percepire messaggi e connessioni che ci possono guidare nel nostro cammino. Sono sincronicità in quanto il caso non esiste e dobbiamo essere pronti a coglierne l’essenza ed il significato in modo da non fare ulteriori errori e sofferenza .


venerdì 6 aprile 2018

sesso amore e misticismo

Mi avventuro in un campo minato😀 parlando di sesso , amore e misticismo . Attendo vostre opinioni, grazie

martedì 3 aprile 2018

Consigli per i social network

Consigli per i social network...: è meglio leggere una stupidaggine ma che vi viene dal vostro cuore piuttosto che mille frasette di personaggi famosi.Grazie e un abbraccio a tutti. Alessandro Orlandi

Gli Stati Uniti della Terra

La nostra realtà sociale e politica potrebbe essere cambiata in meglio se iniziassimo a cambiare noi stessi e se partecipassimo alle scelte in modo consapevole. Alcuni esempi di come potrebbe essere.

sabato 31 marzo 2018

La via mediana: scegliere consapevolmente

Se tendi troppo la corda si spezzerà , se la molli non suonerà : questa parabola buddhista ci indica l’armonia e l’equilibrio della via mediana. Possiamo applicare ad ogni scelta questo metro ma sempre consapevolmente.


giovedì 22 marzo 2018

Urgente o importante? gestione del tempo e priorità

Urgente o importante? Alcune considerazioni sulla gestione del tempo e priorità, sia in azienda che nella vita di tutti i giorni.

martedì 20 marzo 2018

Scegliamo i nostri pensieri

Cominciamo a liberarci dalla spazzatura della tv e dei social e scegliamo noi i nostri pensieri, si puo? Si penso di si.

mercoledì 14 marzo 2018

Coerenza e crescita

Sento parlare spesso di coerenza ma il vero significato viene confuso e distorto con qualcosa di stupido

lunedì 12 marzo 2018

Accettazione e inter-essere

Accettazione come base per non reagire agli eventi in modo inconsapevole. L’inter-essere come definita dal monaco zen Tich Nath Han è l’armonioso intrecciarsi degli eventi fra le parti che compongono il Tutto.

Utopie o scelte?

Possiamo arrenderci alla realtà come ci appare oppure cominciare a scegliere noi come vogliamo che sia...

lunedì 5 marzo 2018

i 5 riti tibetani

I 5 riti tibetani sono un metodo efficace per mantenersi in forma, aumentare il proprio metabolismo ed equilibrare le energie dei chakra. Secondo i monaci tibetani che li hanno inventati rappresentano un vero e proprio elisir di lunga vita e sicuramente un modo per vivere meglio, utilizzando solamente 20 minuti al giorno da dedicare a se stessi. Io li eseguo tutti i giorni al mattino oppure la sera, intervallati da brevi esercizi di respirazione. Questo video è un po' vecchio e non si vede bene il primo esercizio ma potete trovare ampia documentazione in rete.
Namastè

L'essere umano al centro: coaching mentoring e causatività


sabato 27 gennaio 2018

Mi hai rotto i coaching!



27 gennaio 2018
Mi hai rotto i coaching!

Oggigiorno è molto di moda il coaching; da tutte le parti escono nuovi settori in cui questi mentori ci assicurano di poter arrivare a raggiungere i nostri obiettivi, ognuno col suo metodo che è superiore a quello degli altri...
Dallo sport agli affari, dal lavoro alla vita personale e fino alla crescita spirituale queste metodologie offrono validi strumenti per facilitare il nostro percorso.
Inizialmente è necessario capire esattamente chi siamo e cosa vogliamo; ed una volta scoperto esistono metodi per stilare un piano graduale e stabilire e raggiungere i vari step, stabilendo le risorse necessarie e quali talenti dobbiamo usare, comprendendo anche un eventuale piano B o C se nel frattempo dall'esterno dovessero cambiare le condizioni o la risposta.
Fino a qui direi che va tutto bene, anzi mi sembra un ottimo sistema anche se schematizzarlo in poche righe è alquanto difficile e quindi sicuramente (non essendo un esperto) ho trascurato qualche aspetto.
Servirebbe a chiunque un metodo per non perdere mesi se non anni anche se forse ci arriverei comunque da solo a raggiungere i miei obiettivi, facendo i miei errori e con un po' più di tempo.
Quello che proprio non sopporto sono gli improvvisati, gli zelanti (troppo), chi promette l'impossibile, i troppo sicuri e soprattutto coloro che ti aiuterebbero anche ad uccidere tua suocera senza andare in galera nel modo più efficiente, perché è quello il tuo obiettivo!
Ovviamente si tratta di un esempio paradossale per far capire che comunque l'obiettivo deve essere sempre “ecologico” ovvero non deve andare a scalfire in nessun modo quello degli altri se non aiutarli.
Poi ci sono quelli che “sparano” sul mucchio sia nella vita reale che soprattutto sul web , offrendo servizi “secondo loro” utili a chiunque; per esempio i fitness-coach che ti propongono di dimagrire 7 kg in 7 giorni con allegate foto improbabili di prima e dopo...
I più divertenti sono quelli che ti assicurano che riuscirai a fare una montagna di soldi se compri i loro corsi ( a volte on line) che costano pochissimo. Arriviamo al non senso totale: se io conoscessi un metodo simile lo userei solo per me e non cercherei di venderlo oltretutto a basso costo, o no?
Ma poi chi ancora crede nel 2018 che arricchirsi significa essere felici quando è stata pubblicata la famosa piramide di Maslow nel 1954 che individua la scala dei bisogni umani...?

Come al solito io comincerei ad analizzare la parola: cosa significa coach?
Ovviamente è una parola inglese che significa: allenatore, allenare ma anche carrozza, pullman:
insomma salite sul mio bus tutti che vi mostro come cambiare le vostre abitudini.
Perché?
Perché gran parte delle nostre azioni sono ripetitive e inconsapevoli. Voi non ci crederete ma è così: essendo ancorati a queste azioni spesso disfunzionali e non accorgendosi di farle abbiamo bisogno di un aiuto esterno per scardinare questo meccanismo cambiando i nostri comportamenti e diventando più efficaci. In questo caso benvenuto coaching!
Semplice no? No.
Ma almeno proviamoci, ma con un coach vero, seguendo il nostro istinto e non i titoli blasonati perché spesso non è detto che chi è famoso è il migliore!
Buon Coaching!
Alessandro Orlandi
–--------------------------------------------------------------------------------------------------------
January 27, 2018
You broke my coaching!

Nowadays coaching is very fashionable; from all the parts come out new sectors in which these mentors assure us of being able to reach to reach our objectives, each one with his method that is superior to that of the others ...
From sports to business, from work to personal life and up to spiritual growth, these methods offer valuable tools to facilitate our journey.
Initially it is necessary to understand exactly who we are and what we want; and once discovered there are methods to draw up a gradual plan and establish and reach the various steps, establishing the necessary resources and what talents we must use, including also a possible plan B or C if in the meantime from the outside they had to change the conditions or the answer .
Up to here I would say that everything is fine, in fact it seems to me a very good system even if schematizing it in a few lines is very difficult and therefore certainly (not being an expert) I neglected some aspect.
It would serve anyone a method not to lose months if not years even if perhaps I would still arrive alone to reach my goals, making my mistakes and with a little 'more time.
What I can not stand are the improvised, the zealous (too), who promises the impossible, the too safe and especially those who would also help you kill your mother-in-law without going to jail in the most efficient, because that's your goal !
Obviously it is a paradoxical example to make it clear that in any case the objective must always be "ecological", that is, it must not in any way affect the behavior of others if not to help them.
Then there are those who "shoot" on the pile both in real life and especially on the web,
offering services "according to them" useful to anyone; for example the fitness-coaches that propose you to lose weight 7 kg in 7 days with attached improbable photos of before and after ...
The funniest are those that assure you that you will be able to make a lot of money if you buy their courses (sometimes online) that cost very little. We come to the total nonsense: if I knew a similar method I would use it only for me and I would not try to sell it moreover at low cost, or not?
But then who still believes in 2018 that getting rich means being happy when the famous Maslow pyramid was published in 1954 that identifies the scale of human needs …?
As usual, I would begin to analyze the word: what does a coach mean?
Obviously it is an English word which means: coach, coach but also coach, coach:
in short, get on my bus all I show you how to change your habits.
Because?
Because a large part of our actions are repetitive and unaware. You will not believe it, but it's like this: being anchored to these often dysfunctional actions and not realizing that we need them, we need external help to undermine this mechanism by changing our behavior and becoming more effective. In this case welcome coaching!
Simple, no? No.
But at least let's try, but with a real coach, following our instinct and not the titles emblazoned because often it is not said that who is famous is the best!
Good Coaching!

Alessandro Orlandi

Libreria della nuova umanità

  • Tutta la bibliografia ed i films di Alejandro Yodorowsky
  • Conversazioni con Dio1-2-3-4 di Neale Dodald Walsch
  • Enneagramma per tutti di Maurizio Cusani
  • FISH! di S.C.Lundin, Harry Paul e J. Christianses - Sperling & Kupfer Editori
  • Il libro di Mirdad di Mikail Naimy
  • Il Bar Celestiale di Tom Youngholm MANDALA Ed
  • il Tao della fisica di Frijtof Capra
  • Istruzioni di volo per aquile e polli di Anthony De Mello PIEMME POcket
  • La biologie delle credenze di Bruce H. Lipton
  • La decima illuminazione di James Redfield MANDALE Ed
  • La fine è il mio inizio di Tiziano Terzani
  • La Profezia di Celestino di James Redfield MANDALA ED.
  • La via del guerriero di pace di Dan Millman Edizioni IL PUNTO D'INCONTRO
  • Come fare miracoli nella vita di tutti i giorni di W.W.Dyer
  • La voce dell'ispirazione di Wayne Walter Dyer
  • Le vostre zone erronee di Wayne Walter Dyer
  • Lettere dalla Kirghisia di Silvano Agosti
  • Riprendere i sensi di Jon Kabat-Zinn
  • Tutta la bibliografia di Eckhart Tolle
  • Tutta la bibliografia di OSHO
  • Tutta la bibliografia di PAULO COELHO
  • Tutta la bibliografia di Thích Nhất Hạnh
  • Tutta la bigliografia di Ramana Maharshi
  • Tutta un altra vita di Lucia Giovannini
  • Una Sedia per l'anima di Gary Zukav MANDALA Ed.

Tramonto

Tramonto

Archivio blog

Informazioni personali

La mia foto
Genova, Liguria, Italy
Per ogni info non dubitate a contattarmi via mail